Argentina, Informatori scientifici protestano per le “estorsioni” che subiscono dalla aziende farmaceutiche

Argentina, Informatori scientifici protestano per le “estorsioni” che subiscono dalla aziende farmaceutiche

Dall’Associazione degli Informatori Scientifici del farmaco (ISF) guidata da Ricardo Peidro alzano la voce per il rifiuto dei datori di lavoro a firmare il contratto. Dichiarano: “E ‘lo stesso settore Ricardo Peidro.che storicamente ha minacciato il governo di rifiutare di fornire i farmaci e che ora minaccia di lasciare senza farmaci i pensionati”.

FEDERAL CAPITAL (ANDigital). Giovedi, dalle ore 10, gli ISF dell’Association of Medical Propaganda dell’Argentina (AAPMRA) si concentreranno davanti alle porte di CILFA, la struttura che raccoglie i National Laboratories, che si trova in Avenida Libertador 602 Città di Buenos Aires.

Hanno spiegato che la protesta avrà luogo perché le “aziende continuano nel loro rifiuto di firmare il contratto 2016” perché “il datore di lavoro intende violare le leggi sulla professionalità di promozione dei farmaci che impongono limiti alle strategie di marketing delle aziende” .

I lavoratori denunciano che stanno subendo “estorsioni e pressioni” da parte dell’industria farmaceutica nei luoghi di lavoro, volto a rendere flessibile le loro condizioni di lavoro.

“E’  lo stesso settore che storicamente ha minacciato il governo di rifiutare di fornire i farmaci, e che ora minaccia di lasciare senza farmaci i pensionati”, ha detto Ricardo Peidro , secretario general de AAPMRA e secretario adjunto de CTA Autónoma

(ANDigital – Mayo 10, 2017)

Notizie correlate: ¿Por qué no se firma la paritaria?

AAPM. Continúan las medidas de fuerza

Asociación Agentes de Propaganda Médica de la República Argentina

Related posts

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi