Il Consiglio di Stato: le Regioni non possono sconsigliare l’uso dei farmaci

Il Consiglio di Stato: le Regioni non possono sconsigliare l’uso dei farmaci

La III Sezione del Consiglio di Stato ha accolto il ricorso della casa farmaceutica Roche, annullando le raccomandazioni della Regione Veneto con le quali è stato sconsigliato ai medici operanti Risultati immagini per lea livelli essenziali assistenzanelle strutture ospedaliere pubbliche l’utilizzo di alcuni farmaci oncologici, regolarmente autorizzati dall’Aifa – Agenzia italiana del farmaco, per la cura della carcinoma ovarico e di quello mammario, e rientranti tra i livelli essenziali di assistenza (c.d. Lea).

Le Regioni non possono limitare i livelli essenziali di assistenza
Nella sentenza n. 4546 del 29 settembre 2017 Palazzo Spada ha ribadito il principio per cui le Regioni non possono limitare i livelli essenziali di assistenza, nemmeno “raccomandando” ai medici l’utilizzo di alcuni farmaci rispetto ad altri, valutati come meno convenienti nel rapporto costi/benefici. Questi livelli essenziali, infatti, devono restare uniformi sul territorio nazionale per la essenziale garanzia del diritto alla salute (articolo 32 della Costituzione).

( … continua su Il Sole 24ORE del 

Notizie correlate: Consiglio di Stato. Sentenza N. 04546/2017REG.PROV.COLL. N. 00706/2016 REG.RIC

Assessore Veneto, “Rispetto consiglio di stato ma lo stato non deve sostituirsi ai clinici che prescrivono in scienza e coscienza”.

Related posts

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi