Parma. L’allucinante modulo di richiesta d’incontro fra ISF e Medici all’Ospedale. N.d.R.

Parma. L’allucinante modulo di richiesta d’incontro fra ISF e Medici all’Ospedale. N.d.R.

logo

Incontri tra medici e informatori farmaceutici: l’Ospedale Maggiore di Parma fissa nuove regole

Appuntamenti autorizzati e tracciati, al pomeriggio e in locali dedicati. L’Azienda ospedaliero-universitaria recepisce la normativa regionale

Comunicato AOU di Parma – 12/06/2017

Gli informatori scientifici dei farmaci o dei dispositivi medici che vorranno incontrare i medici dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma dovranno appartenere all’elenco istituito presso la Regione Emilia Romagna, richiedere espressa autorizzazione al Servizio Farmacia e Governo clinico del farmaco dell’Azienda stessa, presentarsi agli appuntamenti muniti del tesserino di riconoscimento rilasciato dalla Regione che quindi censisce l’elenco, rispettare la fascia oraria stabilita e recarsi nei locali aziendali individuati per tale attività.

Sono queste le nuove regole recepite dalla Direzione sanitaria del Maggiore di Parma per normare gli accessi degli informatori scientifici all’interno dell’area ospedaliera con l’obiettivo di limitare il contatto diretto tra informatori e singoli medici per la presentazione di farmaci o dispositivi. Così come non sarà più ammessa l’attività di informazione in ambulatori di visita o nei reparti di degenza, in qualsiasi orario della giornata.

Gli incontri dovranno essere preferibilmente collegiali e sarà compito dell’Azienda promuoverli, ma anche gli appuntamenti individuali dovranno essere espressamente autorizzati dal servizio Farmacia e Governo clinico del farmaco e organizzati dal direttore del dipartimento o dell’unità operativa di riferimento.

La responsabilità dell’organizzazione dell’evento è in carico al direttore di Dipartimento di afferenza della Struttura interessata o al Professionista oggetto dell’attività di divulgazione scientifica da parte di ISF presso il proprio Studio medico coinvolgendo ed informando il direttore o responsabile della Struttura interessata o suo delegato.

Mentre ogni richiesta da parte dell’informatore scientifico dovrà inoltre indicare il nome e le specifiche del farmaco o del dispositivo medico che si vuole far conoscere; l’elenco delle Strutture proposte per l’attività di informazione, eventuali campioni gratuiti che verranno consegnati. Gli incontri potranno avvenire all’interno dei locali individuati dalla Direzione sanitaria (una decina suddivisi tra le diverse zone in cui è articolato l’Ospedale di Parma) o negli studi medici aziendali, esclusivamente in una fascia oraria compresa tra le 15 e le 18. Non sarà ammessa attività di informazione scientifica  al di fuori delle prescrizioni stabilite che recepiscono appieno la normativa fissata con delibera regionale.

Il Modulo

Incontri medici-informatori scientifici:

l’organizzazione dell’evento è in carico al direttore di Dipartimento di afferenza della Struttura interessata o al Professionista oggetto dell’attività di divulgazione scientifica presso il proprio Studio medico coinvolgendo ed informando il direttore o responsabile della Struttura interessata.

L‘informatore scientifico deve presentare richiesta al servizio Farmacia e Governo Clinico del Farmaco (mail: registroisf@ao.pr.it).

Gli incontri potranno avvenire all’interno di locali dedicati (elenco) o negli studi medici aziendali, in orari compresi tra le 15 e le 18.

Modulo per la richiesta

La richiesta, debitamente compilata e firmata, va inviata alla segreteria del Servizio Farmacia e Governo Clinico del farmaco, tramite email, all’indirizzo: registroisf@ao.pr.it

Il Servizio Farmacia e Governo Clinico del Farmaco effettua, entro 10 giorni lavorativi, una prima valutazione di congruità della richiestainvierà l’autorizzazione unicamente al Direttore di Dipartimento o al/ai Responsabile/i delle Unità Operative o alle Strutture Semplici Dipartimentali interessate.

Il Servizio invierà all’Informatore Scientifico la comunicazione di ricevuta mail di richiesta ed eventuale risposta negativa. Il Personale del Servizio non può rilasciare informazioni in merito allo stato delle autorizzazioni in fase di processazione.


Antonio Balestrino, direttore Sanitario dell’AOU di Parma. Sul sito dell’Ospedale di Parma viene descritto come un esperto “con specializzazione nelle attività di monitoraggio e controllo dell’appropriatezza delle prestazioni e dei percorsi diagnostico-terapeutici“. Dopo la vergogna dello scandalo del centro del dolore del Prof. Fanelli, dovrebbe dimettersi per non aver controllato alcunché, o almeno cancelli certe affermazioni che risultano solo una presa in giro. A titolo informativo comunichiamo al Prof. Balestrino che gli Informatori Scientifici non centrano nulla col Prof. Fanelli.

Il Modulo per la richiesta d’incontro è semplicemente allucinante, ci manca solo la marca da bollo e le abitudini private dell’ISF, se lo rivedesse in senso razionale ne guadagnerebbe sicuramente la sua reputazione. Dovrebbe inoltre sapere, visto il ruolo che ricopre, che dalle 15 alle 18, nella maggior parte dei reparti, i medici che fanno l’orario continuato non ci sono più e si trovano solo quelli di guardia. S’informi su quello che dice di dirigere, non ci prenda in giro, non si copra di ridicolo!

Informiamo anche l’esimio Prof. Balestrino che i rappresentanti di dermocosmetici, di latti per neonati, acque minerali e termali, enciclopedie scientifiche, tettarelle, pitali ecc., ecc., non essendo informatori del farmaco o di dispositivi avranno ovviamente libero accesso. Una discriminazione punitiva nei nostri confronti e dei dispositivi senza senso. Sempre più ridicolo!

E soprattutto s’informi sulle leggi e sulle caratteristiche del mondo che vuole “regolamentare”. Un mondo fatto di professionisti che con le informazioni scientifiche, che siano sui farmaci, nutraceutici, integratori o dispositivi medici, supportano il medico nella terapia più idonea e corretta per il paziente, unico motivo per cui esiste il Servizio Sanitario Nazionale. Con questo modulo dimentica il fine ultimo dell’esistenza della struttura sanitaria che dirige.

N.d.R.

Notizie correlate:

Indicazioni_applicative_ISF – Reg. E.R.Allegato 1

Emilia-Romagna.dgr-2309-2016

Parma. Incontri tra medici e informatori farmaceutici: il Maggiore si adegua e fissa nuove regole: saranno ricevuti quando i medici non ci saranno!

NAS di Parma, operazione “PASIMAFI”: 19 arresti di dirigenti medici e imprenditori del settore farmaceutico

 

Related posts

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi