Talidomide, nuovi indennizzi dal ministero della Salute

Talidomide, nuovi indennizzi dal ministero della Salute

Un decreto amplia la platea di beneficiari dei risarcimenti, includendo anche i soggetti nati al di fuori del periodo 1959-1965. Il farmaco sedativo e anti-nausea causò la nascita di migliaia di bambini con malformazioni

Ministro Beatrice LorenzinGli indennizzi per chi ha subito i danni della sindrome da talidomide saranno estesi anche a chi è nato al di fuori del periodo 1959-1965. Lo stabilisce un decreto del ministero della Salute che sarà pubblicato a breve sulla Gazzetta Ufficiale. La talidomide, farmaco sedativo usato come anti-nausea in gravidanza tra gli anni Cinquanta e Sessanta, causò la nascita di migliaia di bambini con gravi malformazioni.

Sindrome da talidomide: chi può accedere agli indennizzi

Il provvedimento, spiega una nota del dicastero, integra la normativa esistente prevedendo nuove categorie di soggetti che possono presentare istanza per richiedere l’indennizzo. Questo è già riconosciuto ai nati dal 1959 al 1965, ma l’iniziativa del ministero estende il riconoscimento anche a chi è nato nel 1958 e nel 1966. Ma vi è di più: la nuova normativa apre anche agli indennizzi per i soggetti nati al di fuori del periodo 1958-1966 che presentano comunque malformazioni compatibili con la sindrome da talidomide.

Il dramma della Talidomide

Il farmaco talidomide è stato commercializzato per la prima volta in Germania nel 1956 per la terapia dell’influenza, e successivamente, in 46 Paesi, per la terapia dell’insonnia. Ma è stato ampiamente utilizzato in donne in gravidanza nella terapia delle nausee mattutine. Un incremento sospetto di neonati con malformazioni agli arti ha portato al ritiro del farmaco dal commercio nel 1961.

Notizie correlate: Talidomide. Ministro Lorenzin firma regolamento per riconoscimento indennizzo a nuove categorie

Related posts

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi