News

Comunicato Femca CISL sulle vaccinazioni. Si auspica che le Regioni decidano di equiparare la figura dell’ISF a quella di altri operatori socio-sanitari

"L’unico elenco ufficiale, completo e aggiornato degli ISF in attività in ogni singola Regione è quello fornito annualmente dalle aziende farmaceutiche ad AIFA, ignorando ogni altro tentativo di accreditamento".

Oggetto: Estensione Vaccinazione SARS-CoV-2 a tutti i lavoratori del comparto Chimico/Farmaceutico con accesso agli Ospedali

A seguito dell’implementazione nazionale del piano vaccinale anti-SARS-CoV-2/COVID-19, diverse Regioni stanno includendo nelle liste degli operatori che prioritariamente avranno diritto alla somministrazione del vaccino, gli Informatori Scientifici del Farmaco.

Pur consapevoli della particolare situazione organizzativa e della difficoltà ad ottenere le dosi vaccinali, la Segreteria Nazionale della Femca Cisl auspica che dopo Calabria, Friuli Venezia Giulia, Basilicata e Campania anche altre Regioni decidano di equiparare la figura dell’ISF a quella di altri operatori socio-sanitari dando la possibilità, a chi lo chiede, di avere una copertura vaccinale a tutela dello stesso lavoratore e dell’intera comunità, applicando il principio di etica e responsabilità personale indispensabili in un momento critico come quello che stiamo vivendo e che rappresenta l’unico modo per sconfiggere il virus.

Per noi è evidente l’importanza strategica, in termini non solo di salute e sicurezza ma anche in termini di produzione dei farmaci e dei principi attivi, di salvaguardare l’ intera filiera di questo settore industriale, motore dell’economia del nostro Paese.

Relativamente all’estensione della vaccinazione a tutti gli ISF, segnaliamo che l’unico elenco ufficiale, completo e aggiornato degli ISF in attività in ogni singola Regione è quello fornito annualmente dalle aziende farmaceutiche ad AIFA, ignorando ogni altro tentativo di accreditamento.

Auspichiamo inoltre che per analoghe ragioni di salute e di sicurezza e per favorire il contenimento del virus, a questa categoria di lavoratori siano altresì equiparate anche quelle professionalità che per la loro attività lavorativa hanno accesso alle strutture ospedaliere e sanitarie pubbliche e private.

Pensiamo ad esempio ai tanti profili professionali afferenti al CCNL Chimico/Farmaceutico che per la loro attività assicurano servizi essenziali al Sistema Sanitario Nazionale.

A titolo esemplificativo e non esaustivo: Medical Liasion, Clinical Monitor, Product Specialist, Area Manager, Market Access, KAM, e tutti i Tecnici Specialisti di apparecchiature diagnostiche sanitarie, ospedaliere e di laboratorio.

Consapevoli delle enormi pressioni a cui il sistema Paese è sottoposto in questo momento, ci auguriamo che questa nostra segnalazione venga presa in considerazione e possa dare un contributo costruttivo.

Restiamo a Vostra disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti e/o approfondimenti che Vi necessitassero.

Cordialmente.

La Segreteria Nazionale Femca Cisl

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button