Primo Piano

Autismo e vaccini, l’esperto: “Decisione incredibile, la scienza dice che è falso”

Parla Paolo Bonanni, membro della task force Oms: “Nel mondo sono state fatte milioni di dosi di esavalente: mai nessuno è arrivato a queste conclusioni”

di MICHELE BOCCI – 25 novembre 2014 – La Repubblica.it Salute

vaccini 4FIRENZE – “Una decisione incredibile”. Paolo Bonanni, ordinario di Igiene all’Università di Firenze e massimo studioso di vaccini che fa parte del gruppo tecnico di esperti di questa materia dell’Oms europea, rimane quasi senza parole di fronte alla sentenza di Milano.
Perché il verdetto la colpisce così tanto?
“Prima di tutto perché mette in correlazione la presenza di mercurio con l’autismo, cosa che nessuno aveva praticamente mai fatto prima d’ora”.
Ma ci sono state altre sentenze simili nel nostro Paese
“In quei casi finiva sotto accusa il cosiddetto vaccino “trivalente”, quello contro il morbillo la parotite e la rosolia. Si partiva dal presupposto che quel prodotto determina un danno all’intestino dal quale deriva il mal assorbimento di alcuni componenti essenziali per lo sviluppo di una corretta funzionalità del sistema nervoso. Una cosa che scientificamente non esiste”.
E in questa nuova decisione?

“Qui entra in gioco il vaccino “esavalente”, per difterite, polio, pertosse eccetera. Quello che si fa nei primi mesi di vita. Faccio notare che se ne sono fatte milioni di dosi in tanti Paesi occidentali e mai nessuno è arrivato a queste conclusioni. E questa volta si accusa il mercurio”.
Si è parlato a lungo del problema del mercurio nei vaccini. Perché?

“La questione è stata tirata fuori alcuni anni fa da un’agenzia di protezione dell’ambiente statunitense. Si spiegò che se un bambino faceva contemporaneamente tutti i vaccini avrebbe superato le soglie di cautela previste per questa sostanza. Non è mai stato provato alcun danno dovuto alla somministrazione del vaccino ma il mercurio è stato tolto comunque”.
Perché quando si parla di danni da vaccini si tira spesso in ballo l’autismo?

“Si tratta di una malattia le cui cause sono in parte sconosciute. Studi recenti rivelano che sarebbe legato a delle alterazioni della corteccia cerebrale precedenti alla nascita”.
Secondo lei perché il ministero non ha fatto ricorso?

“Se davvero non hanno appellato questa decisione hanno fatto un errore. Si tratta di una sentenza che dal punto di vista scientifico è insostenibile, quindi sarebbe giusto contrastarla in ogni modo”.

Milano, giudice: “Autismo causato da vaccino, vitalizio a bambino”

Il ministero della Salute dovrà versare un assegno bimestrale per tutta la vita a un bambino autistico al quale nel 2006 fu iniettato il vaccino esavalente prodotto dalla GlaxoSmithKline.

Lo ha deciso il Tribunale del Lavoro di Milano, riconoscendo quindi il nesso causale tra la vaccinazione e la malattia.

( continua … )

N.d.R.: L’epidemia italiana di morbillo del 2002 ha causato, su circa 40.000 bambini malati, più di 600 ricoveri ospedalieri, 15 encefaliti e 6 decessi. Fino al 1980, quando si è diffusa la vaccinazione contro il morbillo, si calcola che la malattia abbia ucciso una media di 2 milioni e mezzo di bambini ogni anno. L’Organizzazione Mondiale della Sanità calcola che il morbillo abbia ucciso nel solo 2012 circa 122.000 persone al mondo, prevalentemente bambini sotto i 5 anni, rispetto alle circa 630.000 morti del 1990. La crescente diffusione della vaccinazione nel mondo ha permesso in pochissimi anni la riduzione della mortalità infantile legata al morbillo del 78%.

 

Ebola: Merck acquista diritti per vaccino

24 NOVEMBRE 2014 – SWI swissinfo.ch

Merck comincerà a sperimentare un vaccino contro l’ebola. La casa farmaceutica americana ha infatti annunciato che ha acquistato i diritti per 50 milioni di dollari dalla NewLink Genetics Corp, azienda biotecnologica con sede in Iowa. La Merck, una delle maggiori aziende al mondo produttrice di vaccini, ha anche detto che con l’accordo sarà in grado di accelerare e aumentare la produzione di un farmaco in grado di sconfiggere un male che finora ha ucciso oltre 5/mila persone.

Il vaccino, ‘rVSV-EBOV’ era stato inizialmente sviluppato dalla Public Health Agency del Canada e successivamente i diritti commerciali erano stati acquistati dalla NewLink. Il nuovo vaccino è già in fase di sperimentazione su alcuni volontari. Se i risultati andranno a buon fine, si inizierà a sperimentarlo su scala più ampia già dal prossimo anno,

sda-ats

Notizia correlata: Il vaccino fa male, ma le ASL non lo dicono

I vaccini non causano l’autismo

Vaccini e autismo: il tribunale di Milano dà ossigeno a una bufala vecchia di anni

Lorenzin: “Quella sentenza sul vaccino è un attentato alla salute pubblica”

La sentenza del Tribunale di Rimini

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button