News

Dopo intervento AIISF, accesso consentito degli ISF alle strutture sanitarie di Lecce

Dopo il passaggio in zona rossa della Puglia, il 14 marzo scorso il Direttore Sanitario del Presidio Ospedaliero “V. Fazzi” di Lecce, sospendeva in via preventiva i colloqui in presenza degli ISF con i medici.

È intervenuta la Sez. AIISF di Lecce con una serie di mail, messaggi e incontri che ha chiarito il perché gli ISF in determinate condizioni possono accedere in sicurezza alle strutture del servizio sanitario regionale.

Si è chiarito che in Puglia, come in quasi tutte le regioni, gli ISF sono stati vaccinati come categoria ricompresa nella fase 1 del piano vaccinale, si è evidenziato poi che non esistono limitazioni nazionali all’attività degli stessi e si è fatto osservare i risvolti sociali che un blocco del genere potrebbe provocare.

Grazie alla sensibilità e comprensione del Direttore Medico, Dr. Maiorano, il 19 aprile si è arrivati ad una nuova circolare che consente l’attività degli ISF in presenza con, visto il periodo, delle semplici regole: numero limitato di ISF al giorno, orari di accesso in cui l’affluenza è minore, pre-triage compresa la temperatura corporea e esibizione del certificato di vaccinazione.

Il Presidente della Sez. AIISF Lecce, Pasquale Malinconico, ringrazia il Direttore Sanitario per la sensibilità dimostrata

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button