Archivio Storico

Ceo Sanofi, 20 mld cifra enorme, si spende solo se c’è valore

"Venti miliardi di dollari sono una cifra enorme: si spende solo se vedi del valore in quell’affare". E’ il commento di Chris Viehbacher (nella foto), Chief Executive Officer della francese Sanofi-Aventis, sull’acquisizione dell’americana Genzyme per 74 dollari ad azione, in totale 20,1 miliardi di dollari più un certificato di valore condizionato.

La notizia ufficiale dell’operazione è stata data mercoledì dopo "9 mesi di contrattazione". Viehbacher, che ha partecipato a una conferenza stampa a Cambridge, Massachusetts, quartier generale dell’azienda biotech statunitense insieme al presidente e Ceo di Genzyme, Henri Termeer, ha ricordato che "nessuna azienda al mondo vanta oggi un modello di business centrato sul paziente come quello di Genzyme. La fiducia che i pazienti hanno in questa azienda è grande. Noi puntiamo a una crescita sostenibile e dovremo pensare a come organizzare questa integrazione in modo da non perdere nulla.

Voglio continuare a rendere Henri fiero di questa azienda", ha detto rivolgendosi al numero uno di Genzyme. Termeer ha precisato che le attività di Genzyme avranno come centro nevralgico sempre la cittadina di Cambridge, "un luogo che noi abbiamo scelto e in cui vogliamo rimanere. Vedremo come lavorare per rendere le attività più efficienti". Nel futuro del binomio Sanofi-Genzyme c’è comunque "la medicina personalizzata, con l’identificazione di marker e biomarker che restringeranno le popolazioni di pazienti" ‘target’ per i medicinali, ha concluso il Ceo

Barbara Di Chiara – Pharmakronos – 18 febbraio 2011

  

N.d.R.: Chris Viehbacher nel corso del 2009 ha percepito un compenso di €3,469,973.00 (fonte Forbes)                        

Sanofi-Aventis si espande nell’oftalmologia

Articoli correlati

Back to top button