Archivio Storico

Decolla “Menarini Asia Pacific”. La sfida ai colossi del generico. Pronti 50 lanci di prodotto

I farmacisti dicono basta alle aggressioni, alle riforme rabberciate e ai decreti blindati e chiedono di essere ”assolti dall’ingiusta e insopportabile accusa di essere un freno allo sviluppo”. È Annarosa Racca, presidente di Federfarma, in apertura dell’incontro "Le domande della farmacia, le risposte della politica" svoltosi ieri a Roma, a interpretare la "stanchezza" dei moltissimi farmacisti convenuti al Teatro Capranica. Un incontro con il quale l’Associazione dei titolari ha chiesto alla politica! di "stipulare un patto per la prossima legislatura" che dia certezze a una categoria stanca di essere sempre al centro delle attenzioni governative. Folta la rappresentanza dei politici che si sono susseguiti sul palco e hanno partecipato alla successiva tavola rotonda e in un clima da campagna elettorale hanno formulato le loro proposte: Angelino Alfano (Pdl), Renato Balduzzi (Scelta civica), Massimo Corsaro (Fratelli d’Italia) Stefano Fassina (Pd), Massimo Garavaglia (Lega Nord), Maurizio Gasparri (Pdl), Oscar Giannino (Fare per fermare il declino), Antonio Ingroia (Rivoluzione civile), Donata Lenzi (Pd) e infine Chiara Moroni (Fli). Il più applaudito è stato il rappresentante del Pdl, Angelino Alfano, che ha sottolineato come «se la sinistra vince asfalterà i farmacisti». Alfano ha anche parlato «di sindrome monomaniacale per la farmacia» accusando i ripetuti blitz del Governo Monti di essere espressione di "odio social e". Meno semplice il compito per il ministro Balduzzi, chiamato in causa direttamente e ripetutamente fischiato. Balduzzi ha negato l’esistenza di blitz e di sindrome monomaniacale, ma al contrario ha parlato del tentativo "di dare respiro al sistema forse un po’ troppo ingessato". Fassina dal canto suo, in rappresentanza di un "nemico" dichiarato della farmacia come Bersani, ha spiegato, anche lui sommerso dai fischi, che il "modello" del Pd "non è quello del farmacista dipendente multinazionale" ed ha promesso di essere "pronto al dialogo che è il miglior metodo di governo". Le premesse a giudicare dalle reazioni in sala non sembrano delle migliori. (M.M.)

7 febbraio 2013 – DoctorNews33

Alfano alle farmacie, se vince la sinistra vi ‘asfalta’

Il segretario Pdl con parole forti ottiene gli applausi della platea Federfarma

"Se vince la sinistra vi ‘asfalta’. La

Articoli correlati

Back to top button