Farmaci: indagine onda, ecco perché gli italiani non usano gli equivalenti

Farmaci: indagine onda, ecco perché gli italiani non usano gli equivalenti

(AGENPARL) – Roma, 08 ott – "Il ‘buco’ degli equivalenti sul mercato dei farmaci, pur in ripresa anche per la crisi che sta colpendo l’Italia, richiedeva una riflessione ulteriore per capire dove sta il motivo del mancato successo che invece questi farmaci hanno in Europa e nel resto del mondo. Partendo dal presupposto – confermato da una precedente ricerca – che sono soprattutto le donne ad occuparsi di cure in famiglia, è stato chiesto a 300 farmacisti l’opinione sui loro clienti (sulle loro clienti, soprattutto) e sul rapporto che hanno con il farmaco equivalente. Ne sono usciti dati inediti ed interessanti che aiutano a capire questo ‘fenomeno al contrario’ solo italiano. I dati saranno presentati in anteprima martedì 16 ottobre, alle 11,30, alla sede dell’Osservatorio O.N.Da (Foro Bonaparte 48) Ad illustrarli con Francesca Merzagora (Presidente O.N.Da) saranno Elena Ripamonti (Elma Research), Annarosa Racca (Presidente Federfarma), Angelo Testa (Presidente Snami), Maria Antonietta Nosenzo (Vicepresidente ANDOS, l’Assocazione nazionale donne operate al seno)". Lo si legge in una nota dell’associazione Onda.

Related posts