Archivio Storico

FONDI INTEGRATIVI PER RILANCIARE CONSUMI

"Sostenere l’accesso ai fondi sanitari integrativi sarebbe un modo per aiutare a rilanciare i consumi degli italiani, in questo momento di crisi". A sottolinearlo è stato Maurizio Sacconi, ministro del Lavoro, salute e politiche sociali, partecipando a Roma al seminario di Forza Italia "Proposte per nuove forme integrative di assistenza sanitaria e socio-sanitaria". "Dobbiamo avere un atteggiamento di favore – ha detto il ministro – nei confronti delle libere espressioni della contrattazione collettiva o dell’iniziativa delle associazioni di categoria o di professioni nel momento in cui, lodevolmente, organizzano la domanda di servizi socio-sanitari. Essa, purtroppo, non è mirata a garantire solo prestazioni non erogate dal SSN, ma anche a sostituire quelle garantite, perché sono spesso giudicate insufficienti. Questo deve essere un motivo in più per dare efficienza ai servizi, soprattutto nell’aria centro-meridionale del Paese, senza costringere i cittadini a pagarli più volte e in modo che i fondi si rivolgano quanto più a servizi aggiuntivi". Non solo. "Guardiamo con favore, poi, il fatto  che i fondi costituiscano un modo di aumentare il potere d’acquisto degli italiani: possono aiutare, infatti, a sostenere i consumi delle famiglie altrimenti pressate dalle spese sanitarie da pagare di tasca propria. In ogni caso – ha concluso Sacconi – il decisore politico deve far venire meno questo bisogno di sostituire il Ssn e orientare i fondi verso prestazioni aggiuntive".
 
Fonte: "www.farmacista33"
 
as

Articoli correlati

Back to top button