News fedaiisf

GoINPHARMA™ incontra Fabio Carinci, Presidente di FEDAIISF

12 maggio 2015 – GoINPharma

GoINPHARMA™ incontra oggi Fabio Carinci, Presidente di FEDAIISF, Federazione delle Associazione Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco. Fabio Carinci aveva un sogno nel cassetto: fare l’avvocato. I sogni di gioventù, come spesso accade, lasciano il posto al reale, dovendosi confrontare con la sopravvivenza. È entrato nel mondo della informazione scientifica: è stato amore a prima vista. Ha passato tutti i gradini delle responsabilità, nessuno escluso, ed è in grado -pertanto- di leggere la storia per queste consolidate esperienze. Una figlia avvocato, quasi una sublimazione del desiderio del padre. Ha dato lavoro stabile e duraturo ad un numero importante di ISF.

GoINPHARMA™
: Dottor Carinci cos’è oggi FEDAIISF?

Dr. Fabio Carinci: FEDAIISF nasce nel 2013 dal progetto di unificazione di AIISF, ARISF e di altri gruppi di ISF autonomi di alcune province italiane per dare risposte concrete agli ISF e per rappresentare, a livello istituzionale, le tematiche -spesso mortificanti- riguardanti il nostro settore. Questo, nell’ottica di una maggiore presenza, anche territoriale, per porre all’attenzione della politica, dei sindacati e delle imprese la necessità di riportare il servizio di informazione scientifica sui farmaci nell’alveo dove il legislatore lo ha, da sempre, inserito.
La Federazione rappresenta l’unico organismo strutturato, legalmente costituito e maggiormente rappresentativo degli ISF in Italia.
Siamo costantemente orientati alla migliore informazione scientifica, convinti come siamo, che il contenimento della spesa farmaceutica si sviluppi attraverso l’appropriatezza terapeutica e quindi attraverso il nostro lavoro, oggi sempre più importante.
La Federazione cresce costantemente, ci sentiamo forti per i consensi ai nostri programmi ambiziosi, ma realistici. Il nostro è un impegno di puro volontariato e siamo strutturati con uno statuto, con un regolamento interno ed un codice deontologico.

GoINPHARMA™: Come riesce a coordinare le varie attività delle diverse associazioni, vede un comune fine e scopo nelle diverse associazioni?

Dr.Fabio Carinci: Le Associazioni, per quanto piccole, sono rappresentate localmente da un presidente, un vice, un tesoriere ed alcuni consiglieri. Hanno il compito di fornire servizi ai propri iscritti autonomamente sotto il coordinamento della presidenza nazionale. FEDAIISF è l’organismo politico rappresentativo in quanto espressione di tutte le Associazioni.

GoINPHARMA™
: Vorrei ora invitarla a parlare del ruolo dell’informatore scientifico: ritiene che il suo ruolo stia cambiando e pensa che siano richieste nuove competenze all’informatore scientifico di oggi?

Dr. Fabio Carinci: I nostri ISF sono certamente in grado di raccogliere le sfide del futuro: hanno capacità professionali, desiderio di emergere e preparazione tecnico-scientifica.
La nostra Federazione lavorerà per anticipare i tempi, in sintonia costante con i nostri ISF.
Questo futuro, ci auguriamo possa essere inserito in uno scenario corretto.
Non possiamo essere insensibili e fortemente contrari ai nuovi mezzi elettronici, che -di fatto- hanno il potere di registrare minuto per minuto l’attività di chi lavora. Una falsa necessità che mette in discussione la professionalità e la dedizione degli ISF.

GoINPHARMA™: Qual è la sua impressione circa panorama farmaceutico italiano, riesce ad identificare nuove dinamiche che cambieranno nel prossimo futuro il modo di fare informazione scientifica del farmaco?

Dr. Fabio Carinci: Il nostro giudizio è che gli ISF di grandi gruppi multinazionali si indirizzino spesso verso il mondo della specialistica: i nuovi farmaci sono innovativi, molto complessi e molto costosi. L’ISF dovrà essere anche un consigliere economico del medico per identificare percorsi terapeutici sostenibili. Gli ISF di aziende medio piccole presidieranno la medicina di base con un lavoro largamente sovrapponibile a quello in essere. Infine ci sarà una nuova forza: gli Informatori Scientifici dei prodotti naturali: nutraceutici, integratori ecc. che, si svilupperà sempre più e che già oggi costituisce una presenza importante, quantificata con dati non ufficiali in circa 5.000 giovani informatori.

GoINPHARMA™: Per chiudere uno sguardo al futuro, quali sono le attività della federazione previste nel prossimo futuro?

Dr. Fabio Carinci: FEDAIISF affronterà, anche attraverso la federazione europea UIADM di cui fa parte, il riconoscimento giuridico degli ISF, che -di fatto- in Italia è già espresso da una legge dello Stato (219/06) e da sempre disattesa. Un obiettivo, anche, è il trasferimento della formazione degli ISF dalle aziende alla nostra federazione con contributi della stessa azienda, come avviene in altri paesi europei. Il mondo, lo abbiamo già evidenziato, lancia segnali di rapida evoluzione, che non possono, però, sopraffare o ridurre i diritti di chi lavora. Ci sono, ormai, percorsi obbligati nella storia della nostra civiltá e nessuno potrà permettere di vanificare le conquiste ed il buon senso.

Per Informazioni:
Segretaria  Nazionale  FEDAIISF
e-mail: segreteria@fedaiisf.it

Le opinioni espresse nell’intervista non rappresentano il punto di vista di Goinpharma GmbH

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button