Archivio Storico

Il rapporto di lavoro dell’informatore scientifico del farmaco.

   Amici di Marco Biagi

Pubblicato il 27 marzo 2013 da admin

di Gabriele Fava  Avv. giuslavorista

L’attività dell’informatore, a seconda delle rispettive modalità di svolgimento, può essere inquadrata sia nello schema del lavoro autonomo che in quello del lavoro subordinato.

In generale, la figura dell’IFS trova il primo riferimento normativo nel Testo Unico delle Leggi Sanitarie R.D. 27 luglio 1934, n. 1265 Gazz. Uff. 9 agosto 1934 n. 186 ). Successivamente, con la Circolare n. 157 del 18 / 11 / 1972 del Ministero della Sanità, si è inteso indicare le disposizioni che diverranno obbligatorie con le Leggi emanate in seguito. In particolare, una prima sistemazione definitiva viene dalla Normativa Comunitaria del 1992. La Commissione Europea ha elaborato infatti una serie di Direttive che hanno riguardato l’ omogeneizzazione delle disposizioni di legge in materia di informazione scientifica, operanti nei singoli paesi componenti la Comunità. Delle richiamate direttive, (92/25, 92/26, 92/27, 92/28) la n. 92 / 28 CEE viene recepita in Italia con il Decreto Legislativo 30 / 12 / 1992 n. 541 : Pubblicità dei medicinali per uso u

Articoli correlati

Back to top button