Iscrizione

E’ possibile iscriversi  effettuando il pagamento tramite bonifico bancario, contattando preferibilmente la sezione di appartenenza, se presente, nella propria provincia di residenza o lavoro (vedi sezione territorio sul sito), per chi non trova la sezione nella propria provincia di lavoro o residenza ne scelga un’altra presente nella regione.

La quota associativa varia a seconda della presenza o meno di una sezione consociata alla federazione nella propria provincia di residenza o lavoro (nel modulo scegliere la sezione provinciale se presente oppure scegline un’altra nella regione). Alcuni servizi FEDAIISF riservati agli associati  puoi trovarli qui.

Per il rinnovo e l’iscrizione procedi con questo modulo.

     Aderire ad un’associazione di categoria è, al giorno d’oggi, una scelta che alcuni considerano inutile, chi la contrappone al proprio individualismo e chi sospetta interessi nascosti. In realtà, l’associazionismo rimane ancora oggi l’unico strumento per essere più forti insieme, e lo è ancora di più con una federazione.

   Vale la pena oggi aderire ad una federazione professionale forte di 50 anni di esperienza? Si, vale la pena. L’importanza di fare sistema è fondamentale per portare avanti gli interessi della categoria, far sentire la propria voce, migliorare la propria professione, garantire i propri diritti.

    Il vero costo non è quello di pagare qualche decina di euro all’anno ma quello di non associarsi. Una partecipazione organizzata è costruzione di una democrazia più diretta, è coinvolgimento nel risolvere i problemi, è crescita collettiva.

    FEDAIISF raccoglie questa sfida con tutte le associazioni aderenti e con tutti i colleghi costantemente impegnati affinché sia sempre più consolidata l’unità della categoria, così come il comportamento di ogni Informatore Scientifico del Farmaco sia svolto con sempre maggiore competenza e trasparenza. L’associazionismo di categoria ha sempre creduto che ogni ISF fosse paladino del proprio ruolo, testimoniando ogni giorno, presso la classe medica, la propria professionalità e la propria dignità.

    Tutti gli Informatori Scientifici del Farmaco, indipendentemente dal loro contratto di lavoro, devono continuare a battersi per affermare sempre più questa identità con un proprio codice di comportamento, prima ancora che con le leggi.

    L’industria farmaceutica, nonostante le decine di leggi restrittive e fortemente punitive di questi ultimi 15 anni, è ancora oggi la maggiore fonte di cultura nel campo dei farmaci, ed in essa lavorano i migliori ricercatori. A questi ultimi, è nostra convinzione, debbono affiancarsi i migliori informatori; obiettivo che tutti gli iscritti alla federazione, e le stesse associazioni federate, promuovono e sostengono con convinzione.

L’aggiornamento del medico e la salute dei cittadini italiani infatti, vengono soprattutto assicurate attraverso il colloquio con l’Informatore Scientifico che non potrà mai essere sostituito da nessun tablet, e-mail, telefonata.

    Sull’importanza della nostra professione, riconosciuta e citata in moltissime leggi nazionali e regionali, possiamo e dobbiamo lavorare ancora di più, tutti insieme, forti anche della tua adesione.

                  Dott. Riccardo Bevilacqua
Centro Documentazione, Ricerche e Studi FEDAIISF

 

Back to top button
Fedaiisf Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco