L’INFORMATORE DEL FUTURO SARA’ UN INFORMATORE VIRTUALE?

L’INFORMATORE DEL FUTURO SARA’ UN INFORMATORE VIRTUALE?

      Informatore scientifico virtuale: meno tempo, medici soddisfatti 
 
 
  
NEW YORK
Addio lunghe attese nelle sale degli studi medici: sta per iniziare l’era dell’informatore scientifico del farmaco virtuale, che comunica cioè con il camice bianco via Internet, ottimizzando i tempi e la qualità dei rapporti di lavoro.

E negli Stati Uniti, dove i contatti fra medico e informatore scientifico si stanno facendo sempre più telematici, un’indagine condotta da Manhattan Research conferma che, su 45 mila camici bianchi che dichiarano di incontrare ormai quasi esclusivamente online i rappresentanti delle aziende farmaceutiche, la maggior parte è molto soddisfatta di questa nuova modalità di comunicazione.

In media – rivela il sondaggio – i medici che scelgono questo sistema ricevono sul web sette informatori scientifici del farmaco al mese. E in futuro il fenomeno pare essere destinato ad allargarsi: altri 300 mila medici hanno assicurato di essere molto interessati a trasformare il rapporto con l’informatore da faccia a faccia a virtuale.

E alcune compagnie si stanno attrezzando di conseguenza: la canadese Aptilon, ad esempio, specializzata nella fornitura di canali di vendita e programmi di accesso alle informazioni mediche alternativi, recentemente si è accaparrata 10 nuovi clienti fra le principali società farmaceutiche mondiali.

«Si tratta di un metodo di comunicazione che ha vari vantaggi – spiega Meredith Abreu Ressi – primi fra tutti la possibilità di raggiungere medici in ogni luogo e di risparmiare denaro. Inoltre, i camici bianchi potranno giovare della flessibilità degli orari di "incontro" con gli informatori e delle sessioni interattive proposte».

fonte: lastampa.it   rb

 

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!