Archivio Storico

Mef: spesa sanitaria 2012 a quota 113,6 mld. “I tagli hanno contribuito a frenarne la crescita”

Ecco i numeri contenuti nella Relazione generale sulla situazione economica del paese per il 2012. Scende il costo del personale e della farmaceutica convenzionata. Si riduce il disavanzo di gestione mentre cresce la spesa per beni e servizi e aumentano Irap e Irpef. Stabile l’ospedaliera accreditata. Risultato d’esercizio a -17% rispetto al 2011. LA RELAZIONELE TABELLE

24 MAR – La spesa per il Ssn nel 2012 si è posizionata a quota 113,6 mld. Un aumento dello 0,8% rispetto all’anno precedente che fa attestare il rapporto tra spesa per Ssn e Pil al 7,3%. I numeri sono contenuti nella Relazione generale sulla situazione economica del paese 2012 pubblicata dal Ministero dell’Economia che evidenzia come rispetto alla crescita dell’1,3% registrato nel 2011 e l’1% del 2010, la spesa sanitaria stia sostanzialmente tornando sotto controllo dopo gli sconquassi degli anni zero.

Scende dell’1,4% il costo (35,6 mld) del personale del Ssn. Cresce l’acquisto di beni e servizi (+2,1% rispetto al 2011) mentre scendono gli interessi passivi e le imposte. Sale dello 0,6% il costo della medicina di base (6,6mld) e della Specialistica convenzionata e accreditata (+0,7% a quota 4,7 mld). In calo verticale (-8,6%), invece la spesa per la farmaceutica convenzionata che nel 2012 si è attestata a quota 9 mld.

Numeri che per il Mef evidenziano come per la sanità “dall’esame dei dati di spesa riferiti agli anni 2009-2012 e dalla variazione percentuale annua registrata dagli stessi, si evince chiaramente come le misure di contenimento messe in campo sia a livello nazionale sia a livello regionale per effetto delle misure messe in atto per l’attuazione dei piani di r

Articoli correlati

Back to top button