News

Mylan completa acquisizione generici ‘branded’ di Abbott

Nei mercati a economia matura, a esclusione degli Stati Uniti. Grazie a questa acquisizione, Mylan ha ora quasi 30.000 dipendenti nel mondo.

B.D.C. – 4 marzo 2015- PharmaKronos

Risultati immagini per mylan abbottMylan annuncia il completamento dell’acquisizione da Abbott Laboratories della divisione dedicata ai farmaci equivalenti a marchio (i cosiddetti ‘branded generics’) nei mercati a economia matura, a esclusione degli Stati Uniti. Grazie a questa acquisizione, Mylan ha ora quasi 30.000 dipendenti nel mondo.

L’accordo con Abbott aggiunge altri 100 farmaci agli oltre 1.300 prodotti Mylan, molti dei quali nuovi e/o difficili da produrre, sottolinea una nota. Si tratta di farmaci equivalenti a marchio, specialistici e da banco, che si collocano all’interno delle seguenti aree terapeutiche: cardio/metabolica; gastrointestinale; antinfettiva/respiratoria; sistema nervoso centrale/dolore; salute femminile e maschile.

L’acquisizione di Abbott estende inoltre la copertura geografica nei mercati più importanti al di fuori degli Usa. La transazione raddoppia approssimativamente il fatturato di Mylan in Europa, rafforzando la presenza in Italia, Regno Unito, Germania, Francia, Spagna e Portogallo. Verranno più che raddoppiati anche i ricavi di Mylan in Canada e Giappone, con un incremento del business in Australia e Nuova Zelanda.

Una presenza significativa nel mercato dei farmaci equivalenti a marchio si avrà anche nell’Europa Centrale e Orientale. Questo accordo aggiunge inoltre due siti produttivi. Per il presidente esecutivo, Robert Coury, è “l’inizio del prossimo entusiasmante capitolo di crescita per Mylan. Con il completamento di questa transazione beneficeremo di una flessibilità finanziaria significativamente maggiore, una struttura fiscale globale ottimizzata e una maggiore capacità di bilancio, cose che ci posizionano eccezionalmente bene per future opportunità”.

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button