News

Il Premio Belisario a Camilla Borghese Khevenhüller, presidente di Ibi Lorenzini.

Farmaceutica, Mela d’Oro a Camilla Borghese Khevenhüller della Ibi di Aprilia

Risultati immagini per camilla borghese khevenhüllerNel corso della XXIX edizione del Premio Marisa Bellisario – in onda il 21 giugno su Rai 2, dalle ore 23.15 – il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi, consegna la Mela d’Oro a Camilla Borghese Khevenhüller, presidente di Ibi Lorenzini.

«Fare per dare è il nostro motto – commenta Camilla Borghese Khevenhüller – dalle azioni e dalla responsabilità di ognuno nascono idee nuove per offrire sempre maggiore qualità e servizi a tutti, a cominciare dai pazienti».

LImmagine correlataa Mela d’Oro «è un riconoscimento alla storia della nostra azienda ormai centenaria. Una storia in rosa perché da 77 anni è a conduzione femminile – sottolinea – con il 40% di collaboratrici donna. Grazie proprio al loro contributo, l’Istituto Biochimico Italiano G. Lorenzini ha raggiunto importanti traguardi, anche all’estero. Basti pensare che il 28% di consumo di penicilline in polvere negli ospedali americani è prodotto proprio da Ibi ad Aprilia».

«Una donna e un’azienda italiana di successo, esempio della leadership femminile nel settore farmaceutico», replica Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria. «Possiamo vantare infatti un’alta presenza in rosa. Le donne – ricorda – rappresentano il 44% del totale degli addetti e una percentuale addirittura superiore al 50% nella R&S. Camilla Borghese Khevenhüller dimostra come le donne ai vertici siano determinanti per rendere sempre più competitive e innovative le imprese del farmaco in Italia».

Camilla Borghese dei Principi di Nettuno è sposata dal 1956 con Johannes von Khevenhüller-Metsch, Principe  de Khevenhüller-Metsch. A partire dal 1940, alla morte del suo fondatore Giovanni Lorenzini, l’azienda è passata sotto la direzione della figlia Loredana Lorenzini nonna di Camilla Borghese Khevenhüller, oggi presidente e amministratore delegato dell’Istituto biochimico italiano (Ibi) Giovanni Lorenzini.

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button
Fedaiisf Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco