News fedaiisfNotizie principali

Bayer vuole i farmaci a largo consumo di Merck

BERLINO – La casa farmaceutica tedesca Bayer ha avviato trattative in esclusiva per l’acquisto della divisione farmaci di largo consumo della Merck.

 

L’offerta, secondo quanto riferito da fonti vicine al negoziato tra le società, ammonterebbe a circa 14 miliardi di dollari, da pagare in parte in contanti e in parte con uno scambio di attivi farmaceutici, con la formazione probabilmente di una joint venture comune. Bayer è rimasta l’unica in lizza dopo la rinuncia della britannica Reckitt Benckiser.

 

2.05.2014 – CORRIERE DEL TICINO

 

AstraZeneca, Pfizer alza offerta a 50 sterline, ma società inglese dice no

 

venerdì 2 maggio 2014  Reuters

 

LONDRA, 2 maggio (Reuters) – AstraZeneca ha respinto anche la nuova proposta di acquisto da parte della casa farmaceutica Usa Pfizer, che ha alzato l’offerta a 50 sterline (84,47 dollari) per azione. Il Cda dell’azienda inglese ha detto no alla proposta migliorativa che valuta il gruppo 106 miliardi di dollari, o 63 miliardi di sterline, sottolineando che l’offerta non valorizza a pieno il gruppo.

 

“La proposta di Pfizer diluirà in modo drammatico l’esposizione degli azionisti di AstraZeneca verso la nostra unica pipeline creando rischi sulla sua realizzazione”, ha detto il presidente Leif Johansson. “Pertanto, il board non ha esitazioni a respingere la proposta”.

 

AstraZeneca aveva già respinto una proposta precedente che valorizzava il gruppo sotto i 100 miliardi di dollari o 46,61 sterline per azione.

 

Il gruppo Usa preferirebbe una soluzione condivisa con la rivale poiché le Opa ostili normalmente durano molto, richiedono un prezzo finale in rialzo e comportano una serie di rischi perché l’offerente non ha accesso ai libri per valutare il business. Il matrimonio con l’azienda britannica consentirebbe al colosso farmaceutico Usa di incrementare la pipeline nei farmaci anti cancro, di ridurre il carico fiscale e di creare significativi tagli nei costi.

 

“Considerato da dove venivano le azioni, questa non sembra irragionevole”, dice un fund manager. Un anno fa il titolo AstraZeneca valeva 30 sterline. Oggi in Borsa il titolo cede lo 0,2% a 48,06 sterline.

 

Articoli correlati

Back to top button
Fedaiisf Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco