News

Caos vaccino AstraZeneca. EMA non muta la sua posizione. Disinformazione nata da un quotidiano italiano

AstraZeneca, Ema: "Vaccino resta per tutti, i benefici superano i rischi". AIFA approva vaccinazione mista

AstraZeneca, Ema: “Vaccino resta per tutti, i benefici superano i rischi”

Corriere dell’Umbria – 14 giugno 2021

Vaccino AstraZeneca, l’Ema conferma che “i benefici superano i rischi” e che il siero è valido per tutte le età. L’agenzia europea del farmaco è intervenuta dopo le polemiche divampate in tutta Europa sull’opportunità di somministrare o meno il vaccino della casa farmaceutica anglo svedese anche agli under 60, dopo svariati casi di morte dovuti a trmbosi, in Italia come in altri Paesi.

“La posizione normativa dell’Ema rispetto al vaccino di AstraZeneca è chiara: il rapporto rischio-beneficio è positivo e il vaccino rimane autorizzato in tutte le popolazioni”. Questa la precisazione dell’Agenzia europea del farmaco, che ha sottolineato come “durante il fine settimana ci sono stati molti articoli con informazioni non corrette sulle considerazioni scientifiche dell’Ema riguardo al vaccino Covid-19” prodotto dall’azienda anglo-svedese.

“La fonte della disinformazione – spiega l’ente regolatorio Ue – è stato un articolo pubblicato su un quotidiano italiano, che citava erroneamente uno dei nostri esperti.

Da allora l’articolo è stato rivisto e abbiamo anche chiesto una correzione formale. Molte testate giornalistiche hanno pubblicato articoli sulla base dell’intervista originale ed errata”, rimarca l’Ema che, “nell’interesse di una comunicazione corretta e basata sui fatti”, chiede di «aggiornare gli articoli contenenti informazioni false, in modo da riflettere la posizione normativa dell’agenzia nei confronti del vaccino Vaxzevria di AstraZeneca”, che è rimasta invariata. “Se le raccomandazioni dovessero cambiare – conclude l’authority – l’Ema lo comunicherà in modo trasparente e proattivo ai media e al pubblico, e i giornalisti sono incoraggiati a controllare il nostro sito web per eventuali nuove informazioni”.

“Con grande onestà e trasparenza, è chiaro che noi abbiamo mutato sul vaccino AstraZeneca le scelte. Ema l’ha approvato dai 18 anni in su e poi i Paesi hanno deciso di usarlo a seconda delle evidenze scientifiche che nel tempo sono cambiate. È la comunità scientifica che ci guida. Se un vaccino è raccomandabile sopra o sotto i 60 anni, non è mica una scelta politica di un ministro, di un presidente del Consiglio o di una Regione, ma di chi ci ha guidato nel campo dei vaccini: le agenzie regolatorie, il Cts e gli esperti che si sono sempre occupati di questa materia”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, rispondendo alle domande del direttore de La Stampa, Massimo Giannini.

Notizie correlate: VAXZEVRIA/COVID-19 Vaccine AstraZeneca: Risk of thrombosis in combination with thrombocytopenia – Updated information

Cavaleri (Ema): “La scelta sull’uso di AstraZeneca la lasciamo ai singoli Stati”

Vaccino, continuano deliri e giravolte dell’Ema: meglio vietare AstraZeneca a tutti

AIFA approva la vaccinazione mista per i soggetti under 60 che abbiano ricevuto una prima dose di Vaxzevria

AIFA. Parere sulle modalità di utilizzo della schedula vaccinale mista in soggetti al di sotto dei 60 anni di età che hanno ricevuto una prima dose di vaccino Vaxzevria [0.55 Mb] >

 

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button