Chiesi farmaceutici diventa “società benefit”

Chiesi farmaceutici diventa “società benefit”

Chiesi Farmaceutici annuncia il cambio del proprio statuto, diventando così società benefit. Con questa mossa il Gruppo farmaceutico focalizzato sulla ricerca adotta un nuovo modello societario come disposto dalla legge 208 del 2015.

Il cambio dello statuto da parte di Chiesi farmaceutici fa parte di un percorso di trasformazione globale del Gruppo. Anche la filiale americana della società emiliana, Chiesi Usa, grazie alla disponibilità della legge, è diventata una benefit corporation. E altre filiali come Brasile, Regno Unito, Germania, Spagna, Olanda e Francia, pur non disponendo della legge, hanno previsto un’integrazione statutaria ad hoc, con l’esplicitazione delle finalità di impatto sociale e ambientale.

L’impresa tradizionale con la globalizzazione neoliberista ha avuto una evoluzione che ha portato l’impresa stessa a un distacco da qualsiasi criterio che non sia l’immediata creazione di plusvalore per gli azionisti. Tutto il resto passa in secondo piano: dalle esigenze dei fornitori (che si vedono proporre contratti sempre più sfavorevoli) ai diritti dei lavoratori (che diventano un semplice costo, da minimizzare costantemente) ai rapporti con gli Enti locali (sui quali viene fatta pendere la spada di Damocle delle delocalizzazioni), alle esternalizzazioni, perfino l’oggetto prodotto può passare in secondo piano, privilegiando gli aspetti finanziari. Le società benefit sono espressione di un paradigma più evoluto: integrano nel proprio oggetto sociale, oltre agli obiettivi di profitto, lo scopo di avere un impatto positivo sulla società e sulla biosfera.

Una nuova forma giuridica di impresa è stata introdotta a partire dal 2010 come Benefit Corporation negli USA

La legislazione in Italia sulle società Benefit è stata approvata con la legge 208 del 28 dicembre 2015 ed è entrata in vigore il 1º Gennaio 2016. Dal Gennaio 2016 quindi in Italia sono state introdotte le società benefit, e questo ha reso l’Italia il primo Stato Sovrano al mondo a riconoscere questa tipologia di azienda a scopo di lucro. In Italia si contano oltre 200 società benefit.

In generale le benefit corporation differiscono dalle aziende tradizionali riguardo a obiettivi statutari, responsabilità e trasparenza. Lo scopo di una benefit corporation include la creazione di un Beneficio Comune (Public Benefit) nella comunità in cui opera, definito come un impatto positivo concreto sulle persone e sull’ambiente. Chi gestisce una benefit corporation conduce il business con la stessa autorità che avrebbe in un’azienda tradizionale ma – mentre in un’azienda tradizionale gli azionisti valutano esclusivamente le performance finanziarie – qui valutano anche performance qualitative e quantitative, basate sugli obiettivi dichiarati dalla benefit corporation.

Diventare una società benefit porta dei vantaggi per tutti gli stakeholder dell’azienda, cioè per clienti e fornitori, per i talenti, per gli azionisti e il management. La forma di società benefit offre una protezione legale per bilanciare gli interessi finanziari e non finanziari quando si prendono decisioni, anche di fronte a una ipotesi di vendita, o per società quotate in borsa. La forma giuridica di società benefit dà agli impact investor [n.d.r: investimenti fatti in società, organizzazioni e fondi con l’intento di generare un impatto sociale o ambientale misurabile e favorevole a fianco o in sostituzione di un rendimento finanziario] la certezza che un’azienda mantenga la responsabilità di perseguire la propria missione nel futuro. Questo può aiutare le aziende ad attrarre capitali di investimento ad impatto. La Società Benefit può rendere l’azienda più attraente per gli investitori in quanto offre maggiori tutele legali, responsabilità e trasparenza nel perseguire la propria missione. Le società benefit possono anche accelerare la due diligence [n.d.r: dovuta diligenza: indica l’attività di investigazione e di approfondimento di dati e di informazioni relative all’oggetto di una trattativa] degli investitori poiché producono un rapporto di Impatto annuale, che descrive le attività finalizzate alla creazione di un beneficio comune. Le Società Benefit offrono un’opportunità di investimento per i segmenti di consumatori consapevoli, in rapida crescita, che già prestano attenzione alla sostenibilità, al biologico, al commercio equo, e alle filiere corte e trasparenti. Una forma di vaccinazione rispetto alla visione di breve termine che affligge i mercati azionari.

Il 64% degli investitori ritiene che le imprese non siano adeguatamente trasparenti in merito ai rischi non finanziari e quasi la metà degli investitori esclude determinati investimenti sulla base di informazioni non finanziarie.” (Ernst & Young, Global Survey of Institutional Investors, 2015).

Notizie correlate: Parma, Chiesi Farmaceutici: avanza il cantiere della nuova sede

Chiesi USA, Inc. Receives Top Employer in the US Certification for 2019

Fonte: Società Benefit

Related posts