Archivio Storico

Deficit farmaceutico, rimborsi per 23 mln decisi da Aifa

Industrie, farmacisti e grossisti dovranno rimborsare 23,035 mln di euro per ripianare il disavanzo della spesa farmaceutica territoriale a carico dello Stato nel 2010. Lo ha deciso il Cda di Aifa con una propria determina, abbassando l’asticella del ripiano in un primo tempo stimato intorno ai 100 mln. Le aziende farmaceutiche verseranno 17,1 mln: dovranno pagare le singole quote alle Regioni entro fine gennaio 2012; se inadempienti, sia nella dichiarazione di accettazione del ripiano che nel versamento dell’intero importo, si vedranno ridotti i prezzi dei propri prodotti per un importo equivalente alla somma dovuta, maggiorata del 20%. Farmacisti e grossisti pagheranno invece in totale 5,929 mln attraverso l’aumento dallo 0,6 allo 0,66% dello "sconto" a loro carico, che varrà per 1 anno.

(Il Sole 24 Ore Pag.16 – 10/12/2011)

Rapporto Osmed. Cala la spesa farmaceutica ma aumentano i consumi

Sotto esame i primi nove mesi del 2011. Consumi in crescita, anche se solo dell’1%. Ma nonostante ciò la spesa continua a diminuire. I generici coprono il 32% della spesa e il 55% dei consumi. I ticket in vigore in 15 Regioni. Ecco il rapporto.

13 DIC – Nei primi nove mesi del 2011 la spesa farmaceutica territoriale lorda di classe A-SSN è stata di circa 9.370 milioni di euro (154,6 euro pro capite), con una riduzione del 3,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Ogni mille abitanti sono state prescritte 965,4 dosi rispetto alle 954,2 dell’anno precedente (+1,2%) e – guardando al trend di lungo periodo – rispetto alle 580 nel 2000.

E’ questa la fotografia scattata dal Rapporto Osmed, curato dall’Aifa e dall’Iss e illustrato nel corso del XX Seminario nazionale di Farmacoepidemiologia, in programma all’ISS nei giorni 12 e 13 dicembre 2011.

Le principali c

Articoli correlati

Back to top button