Forum per la Farmaceutica del 17.11

Forum per la Farmaceutica del 17.11

 Palazzo Marini

Si è tenuta in data odierna, 17 novembre, la prevista riunione del FORUM PER LA FARMACEUTICA presso la sala Poli di Palazzo MarinI.

Presenti le maggiori associazioni del settore farmaceutico (tra cui AIISF, FEDERISF, ISF ESUBERI e SLF COBAS e INFOQUADRI) e alcuni rappresentanti delle RSU.

Dopo l’introduzione del Presidente del Forum Carmelo Carnovale, è  intervenuto l’on Scilipoti quale esponente delle istituzioni cui si è chiesto di rappresentare le problematiche inerenti al settore nelle sedi opportune.

Si è aperto un ampio e approfondito dibattito che ha toccato i vari temi inerenti l’attività d’informazione scientifica.

Interventi interessanti sono a tal fine stati avanzati dal Presidente  Isf ESUBERI che ha proposto la promulgazione di una legge che obblighi le aziende farmaceutiche, in cerca di Informatori Scientifici del Farmaco o figure analoghe,  ad assumere gli ISF messi in mobilità o cassa integrazione. Intervento condiviso dal rappresentante RSU Marvecs, che ha sottolineato l’esigenza di maggiore attenzione nei confronti di lavoratori cinquantenni posti in cassa integrazione o in mobilità, anche alla luce degli sgravi previsti dalla L.183/2010 (Collegato Lavoro).

Il dott. Aloe, di Federisf, ha proposto un’azione ispettiva nei confronti di quelle aziende farmaceutiche che presentino situazioni anomale (da riscontrare anche nelle sedi giudiziarie, per es. troppi ISF dimissionari con incentivi, o troppi casi di mobbing, o di trasferimenti collettivi sul territorio) o che abbiano adottato comportamenti in contrasto con leggi vigenti (per esempio che promuovano farmaci tra loro concorrenti, esistenti nella medesima azienda a seguito di fusioni di due aziende).

L’avv.  Famà, presente per l’ AIISF, ha auspicato un maggiore controllo a livello istituzionale nella concessione indiscriminata di ammortamenti sociali ad aziende farmaceutiche che presentino dati allarmanti in bilancio o che abbiano compiuto anomale operazioni (tipo frequenti acquisizioni di rami aziendali con bilanci in perdita, indiscriminate copromotion, con relative assunzioni di personale, poi rivelatisi in esubero).

Il dott. Vitali, per Infoquadri, ha sottolineato l’importanza  di adire le sedi giudiziarie per una corretta applicazione dell

Related posts