Farmaceutici: Actavis annuncia acquisto di Forest Laboratories

Farmaceutici: Actavis annuncia acquisto di Forest Laboratories

Per la SECONDA volta in questo mese GLAXOSMITHKLINE è coinvolta in uno SCANDALO in CINA

 2013/06/13 – 06:31 da Ed Silverman

Per la seconda volta questo mese, GlaxoSmithKline è coinvolta in uno scandalo in Cina. In questo caso, la casa farmaceutica sta indagando su accuse che il suo personale di vendita è stato coinvolto nella corruzione di medici nel prescrivere farmaci, a volte su base off-label, tra il 2004 e il 2009, secondo il Wall Street Journal.
Gli ISF Glaxo  avrebbero fornito ai medici corsi di lingua, contanti, cene e viaggi pagati in cambio della prescrizione di vari farmaci. Le accuse, scrive il giornale, sono state fatte da un ISF anonimo, che ha inviato all’inizio di quest’anno  messaggi di posta elettronica al consiglio Glaxo,  ai dirigenti senior e ai responsabili della conformità.
Un esempio: gli ISF hanno invitato i medici a prescrivere il farmaco per l’epilessia Lamictal ai pazienti con disturbo bipolare, che rappresenta un uso non autorizzato e un paziente si è ammalato gravemente, scrive il giornale, che ha esaminato alcuni dei documenti. Glaxo ha riconosciuto che si è verificato un evento avverso, ma non è stato a causa del marketing off-label.
"Negli ultimi quattro mesi, abbiamo utilizzato risorse significative per indagare a fondo ogni pretesa da questa unica, fonte anonima e non abbiamo trovato alcuna prova di corruzione o concussione  nel nostro business in Cina", ha riferito un  portavoce Glaxo.
E aggiunge che Glaxo a volte paga funzionari sanitari a partecipare a eventi sponsorizzati e li rimborsa per la partecipazione a convegni scientifici, ma insiste sul fatto che i pagamenti non sono impropri, sono  note spese, e ricorda che la Glaxo è una tra le diverse case farmaceutiche alla quale è stato vietato da funzionari degli Stati Uniti di pagare tangenti a funzionari stranieri, in quanto violerebbe il Foreign Corrupt Practices Act.
Separatamente, Glaxo  la scorsa settimana ha determinato che un lavoro scientifico pubblicato pubblicato su Nature Medicine conteneva dati fabbricati ed è stato respinto da Jingwu Zang, uno degli autori elencati, che era un VP senior e capo della ricerca e sviluppo a Shanghai, Cina. La casa farmaceutica sta anche cercando una ritrattazione. E altri tre dipendenti sono stati collocati in congedo amministrativo in attesa di una revisione finale e un quinto è dimesso (storia vecchia).
Gli scandali sono scoppiati a meno di un anno dopo che la Glaxo ha accettato di dichiararsi colpevole e pagare 3 miliardi di dollari per risolvere le accuse penali e civili in relazione alla promozione off-label di farmaci diversi, non riuscendo a comunicare i dati di sicurezza e di segnalazione dei prezzi falsi. Al momento, il CEO di Glaxo, Andrew Witty ha promesso che "abbiamo imparato dagli errori che abbiamo fatto", e correremo per un funzionamento più conforme e trasparente.
I funzionari federali hanno perseguito aggressivamente l’industria farmaceutica per la violazione del FCPA e multato diverse case farmaceutiche. L’anno scorso, Eli Lilly (LLY) ha pagato 29 miliardi dollari di multa e Pfizer (PFE) ha pagato 60 milioni di dollari multa, due anni fa, Johnson & Johnson (JNJ) ha pagato una multa di $ 70 milioni. E Teva Pharmaceutical e Br

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!