Fidia, sindacati in allarme «Errori nella gestione»

Fidia, sindacati in allarme «Errori nella gestione»

La Cgil denuncia: insulti sessisti ai danni del personale, chiediamo un confronto. Replica l’azienda: «Puniti gli eccessi verbali, fatturato e dipendenti in crescita»

Il Mattino di Padova – Riccardo Sandre – 29 marzo 2018

ABANO TERME – «Modifiche potenzialmente negative ai processi di produzione, strategie commerciali che non spingono il prodotto dello stabilimento e una gestione del personale improntata all’insulto sessista. Questa la situazione di Fidia per cui chiediamo senza successo un confronto serio e trasparente».

Questa in sintesi solo una parte delle accuse che la Filctem Cgil di Padova, sindacato maggioritario nell’azienda farmaceutica di Abano Terme, ha rivolto alla dirigenza dell’azienda dove si esprimono preoccupazioni relative al futuro occupazione dello stabilimento ma pure in merito alle strategie commerciali, a quelle della gestione dei processi di produzione nonché a proposito del comportamento di alcune figure apicali di Fidia.

«Negli ultimi mesi abbiamo ricevuto segnalazioni in merito ad alcuni interventi in produzione che avrebbero messo a rischio un processo produttivo capace di garantire un’altissima qualità del prodotto» spiega Marco Galtarossa, segretario della Filctem Cgil. «Ma segnaliamo oramai da tempo pure un modello di incentivi per gli informatori che sembra non premiare affatto le vendite di acido ialuronico, vero core business di Fidia. Una scelta che se venisse confermata dall’azienda rischierebbe di mettere in crisi sul medio periodo i livelli occupazionali del sito.

Una situazione difficile resa più pesante da alcuni dirigenti che ritengono di potere apostrofare con parole pesanti e sessiste i propri dipendenti. Preoccupati dei segnali che abbiamo ricevuto fino ad oggi, abbiamo chiesto nei giorni scorsi un incontro alla proprietà. Incontro che ci è stato concesso il 26 di marzo ma dove è stata negata la partecipazione dei delegati aziendali. Assieme alle Rsu di Cisl e Uil abbiamo scelto di non presenziare ad una riunione viziata da un approccio così poco trasparente e ci aspettiamo un confronto serio ad un tavolo dove tutti i soggetti siano rappresentati».

Fidia Farmaceutici Spa si affida invece ad una breve nota scritta per chiarire la propria posizione. «L’Azienda sottolinea» si legge nella nota «come da sempre abbia stigmatizzato e condannato, prendendo provvedimenti, ogni eccesso verbale, per tutelare il pieno rispetto della figura e dignità delle risorse umane aziendali. Per quanto concerne le strategie aziendali, evidenziamo costanti trend di crescita sia da un punto di vista di organico, aumentato negli ultimi 3 anni di oltre 200 unità, che in termini di fatturato». (Riccardo Sandre)

IL MATTINO DI PADOVA – Giovedì, 29 marzo 2018

Notizie correlate: La padovana Fidia sfida i colossi della farmaceutica con l’acido ialuronico

M5S, programma sulla salute: “proibire gli incentivi economici agli informatori scientifici sulle vendite dei farmaci”. N.d.R.

Hyaluronic Acid Market Based on Type, Applications, Segmentation, Growth, Development, Outlook and Industry Forecast 2018-2025

Related posts