IL FEDERALISMO FARA’ SALTARE LA SPESA SANITARIA

IL FEDERALISMO FARA’ SALTARE LA SPESA SANITARIA

 

I risultati elettorali incidono a mio avviso in modo determinante sulle prossime politiche sanitarie. Tre gli elementi congiunti. Primo: oggi circa tre quarti del totale delle finanze di ogni Regione è assorbito dalla spesa sanitaria. Secondo: arriva un vero federalismo fiscale come primaria riforma della Lega al governo. Terzo: scompare il Ministero della Salute, assorbito probabilmente nel Welfare. Mettendo insieme i tre fattori, l’equazione che ne deriva sulla sanità è quanto mai consistente. Una vera riforma fiscale federalista consentirà ad ogni Regione il reale utilizzo della ricchezza da essa generata. Risorse che vanno soprattutto alla sanità, prevalente capitolo di spesa, il 70-80%, dei bilanci regionali. Così nelle Regioni capaci di generare maggiore ricchezza ci saranno più risorse per visite, analisi e cure. Una differenza sostanziale rispetto ad oggi, con il fondo sanitario nazionale alimentato dalla fiscalità generale e ripartito nella Conferenza Stato-Regioni tra queste ultime in base al loro rispettivo numero di abitanti (quota capitaria), indipendentemente da quanto ognuna di esse abbia contribuito ad alimentarlo con le proprie tasse ed imposte. In più, la scomparsa del Ministero della Salute inevitabilmente ne alleggerirà la "potestà" centrale (tra l’altro rendendo esplicita l’inutilità di chi riscalda prezzolatamene comode poltrone solo per meriti di affiliazione). Si incrementeranno così ulteriormente ruolo e responsabilità, onori ed oneri di governatori e Co., sia nelle regioni più ricche sia soprattutto in quelle meno abbienti, dove su un tema primario come la salute potranno essere realmente giudicati. Specialmente quando, non arrivando più quei provvidenziali finanziamenti centrali a ripiano di cattiva gestione e malaffare, la scarsa qualità dei servizi si farà ancora più pesante sulla pelle dei cittadini. E le capacità o incapacità, l’onesta o la disonestà degli amministratori ancora più evidenti. Libero Mercato del 16/04/2008 , articolo di FABRIZIO GIANFRATE   p. 11  

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!