Il Ricemat: ma è legale?

Il Ricemat: ma è legale?

In alcune citta’ e’ stata massa in opera da alcuni medici una macchinetta (il “Ricemat”) che rilascia ricette al di fuori dello studio medico con meccanismo simile a quello del Bancomat.

Si Riassume la questione per chi non ne avesse conoscenza o non avesse visto i filmati che girano su Youtube: il RICEMAT e’ una specie di Bancomat che rilascia, a richiesta, le ricette ripetitive per le patologie croniche.

Funzionamento: il medico deve lasciare nella macchinetta una serie di ricette gia’ firmate in bianco (questo nei filmati non viene sottolineato…); il paziente striscia la tessera sanitaria, sullo schermo vengono evidenziati i farmaci che il medico ha precedentemente classificato ed inserito tra quelli ripetibili automaticamente, il paziente da’ l’ ok e riceve la ricetta stampata.

Ora mi chiedo: in cosa differisce la procedura da quella del medico che lascia le ricette firmate in bianco alla segretaria, che verifica quanto sopra e stampa la ricetta?

Mi sembra che la procedura sia la stessa, salvo il fatto che in un caso e’ attuata da una macchina, nel secondo caso da un essere umano (certamente piu’ adeguato).

Il problema e’ che la procedura, anche nel caso venga effettuata da una persona fisica, e’ stata gia’ dichiarata ILLEGALE!

Questo perche’ ogni prescrizione va effettuata E VERIFICATA dal medico, anche se e’ ripetitiva, e non puo’ essere affidata a terzi (che sia un essere umano o una macchina, non fa differenza).

La Cassazione ha condannato penalmente, di recente, un medico e due farmacisti perche’ il medico aveva affidato a costoro (che pure sono operatori laureati, molto qualificati) l’ incombenza della ripetizione di ricette "croniche". Si tratta di falso ideologico, perche’ il medico, apponendo la firma sulle ricette, attesta di averne verificata la necessita’ e l’ utilita’, che invece va verificata volta per volta.

La Cassazione NON ha basato la sua decisione sul fatto che i farmacisti potessero forse presentare dei conflitti di interesse, ma solo sul concetto che il medico, quando firma una ricetta, deve sapere cio’ che firma!

Vedi su

http://www.scienzaeprofessione.it/public/nuke/modules.php?name=News&file=article&sid=486

Ma il concetto parte da lontano, sono al corrente addirittura da una sentenza delle Sezioni Unite del 1988 di c

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!