Lettera Aperta ai cittadini sulla PDL 320

Lettera Aperta ai cittadini sulla PDL 320
Cari Colleghi,
in considerazione dell’ulteriore esito negativo del passaggio parlamentare, in oggetto specificato, sottopongo alle Vostre cortesi attenzioni una sorta di lettera aperta da consegnare ai cittadini negli ambulatori dei medici. La lettera, secondo la mia opinione sintetizza le nostre aspettative, in ordine al provvedimento in oggetto, e segnala ai cittadini le ragioni per le quali nella sanità riverberano tante negatività che si ripercuotono sull’ collettività.
 
LETTERA   APERTA  AI  CITTADINI
 
Oggetto ” Nuova regolamentazione delle attività di informazione scientifica farmaceutica ed istituzione dell’Albo degli Informatori scientifici del farmaco.”
 
Care italiane, Cari italiani,

con questi termini iniziano i messaggi che il nostro Presidente della Repubblica ci indirizza, in occasioni di particolari circostanze.
Ne mutuiamo i termini per la semplice ragione che questa lettera non ha alcun carattere politico e, meno che mai, vuole sostenere una qualche parte, o personaggio, della politica.
Ha il solo scopo di intervenire, dal punto di vista sociale, su una parte di vitale importanza della vita di ciascuno di noi:
la SALUTE.

L’ Associazione Italiana Informatori scientifici del farmaco ( A.I.I.S.F. ), nasce nel 1964.  Ad essa possono aderire tutti coloro che, in Italia, svolgono attività di informazione sui farmaci.
Essa fonda la sua attività istituzionale-associativa sulla base dei vigenti principi costituzionali e giuridici, vigenti in Italia;  ha sede in via F. Turati, 19 -50136 FIRENZE- tel.055/ 691166- 691172 fax 055/ 6503736 – e-mail www aiisf.it  dove si trova tutta la “storia associativa”, che può essere consultata da chi ne ha interesse o voglia.
Nella sua ultraquarantennale attività ha prodotto significativi interventi presso le Istituzioni nazionali ed europee che le sono ampiamente riconosciute dalle stesse e da quanti, nel settore, operano. Primi fra tutti i medici e i farmacisti, con i quali il nostro rapporto è assolutamente amichevole, come è testimoniato in questo stesso studio del Vostro medico.  Fra gli interventi più significativi segnaliamo la produzione di ben venti (20 ) disposizioni legislative in materia di informazione scientifica sui farmaci, che fanno del nostro Paese il Paese con la più rigida legislazione in materia.
Alcune di queste leggi sono di emanazione comunitaria, dove, grazie alla presenza dell’U.I.A.D.M., l’organizzazione internazionale delle nostre associazioni, è riuscita a fare ascoltare la sua voce  solo ed esclusivamente nell’interesse del cittadino fruitore del farmaco.
Secondo l’art.10 del Decreto Ministeriale 23 giugno 1983, gli informatori scientifici del farmaco sono tenuti a collaborare con il Ministero della Salute, anche con suggerimenti ed indicazioni al fine di assicurare il corretto ed ottimale svolgimento delle attività di informazione sui farmaci. 
 
Care italiane, Cari italiani,

anche in questa legislatura, che si è da poco conclusa, l’Associazione italiana informatori scientifici del farmaco ( A.I.I.S.F. ) si e battuta, da sola, perchè il Parlamento, dopo venti (20) anni !!!, convertisse in legge l’argomento segnalato in oggetto.

Ancora una volta, consultando gli atti parlamentari (v.  parlamento.it – Camera dei Deputati – Senato della Repubblica ) tutti i cittadini possono constatare com

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!