News

Medici di emergenza oggi davanti al Ministero della Salute

Richiedono attenzione agli enormi problemi che devono affrontare. Urgono soluzioni efficaci

Le Società Scientifiche di solito si riuniscono per stilare linee guida, o per discutere i risultati di una ricerca o per partecipare ad un congresso. In questo caso SIMEU (Società di Emergenza e Urgenza) non vuole organizzare una protesta, tantomeno uno sciopero, bensì richiamare l’attenzione su una situazione che rischia di precipitare se lasciata troppo tempo a se stessa. IL COMUNICATO 

Oggi a Roma in piazza Castellani, di fronte al Ministero della Salute, dalle 12 alle 14 e contemporaneamente davanti alle Unità Operative, manifestano il loro richiamo di attenzione alle gravi problematiche che affliggono la Medicina di Emergenza e Urgenza, i Pronto Soccorso, il 118.

Non si tratta quindi, ci tengono a precisare, di una protesta nè di uno sciopero, ma di un richiamo di attenzione rivolto in primo luogo al nuovo Ministro della Salute su una crisi a questo punto strutturale. La partecipazione sarà del tutto spontanea e non influirà sull’attività delle strutture.

L’iniziativa è totalmente indipendente da organizzazioni sindacali o appartenenze politiche e a nessun soggetto esterno a SIMEU sarà consentito di partecipare con proprie istanze, sigle o bandiere. Sono però coinvolte direttamente le associazioni dei cittadini e l’opinione pubblica che è invitata ad affiancare e supportare i professionisti.

SIMEU a salvaguardia dei Pronto Soccorso d’Italia e di tutto il SSN:

  • Crede in un SSN universalistico equo e solidale che garantisca a tutti accesso alle cura
  • Il 118, i Pronto Soccorso, i reparti di Medicina d’Urgenza sono la vera prima linea del SSN quindi occorre salvaguardare dalla grave crisi in corso l’unico servizio aperto 24 per 365 giorni l’anno
  • Il significativo indebolimento del Sistema di Emergenza determina una grave diminuzione della qualità del servizio, l’incremento del rischio clinico, l’acuirsi delle diseguaglianze.
  • Non esiste un sistema universalistico senza Sistema di Emergenza e Urgenza efficiente e organizzato
  • Si chiedono misure urgenti a salvaguardia e difesa della MEU per scongiurare la progressiva estinzione del servizio pubblico
  • Si chiede un deciso intervento a garanzia della presenza in servizio di medici e infermieri adeguatamente formati ed in numero sufficiente
  • Si chiede una visione strutturale e corretta pianificazione sul lungo periodo e una risposta alle reali e palesi esigenze attraverso un potenziamento del Sistema, oggi al limite della resistenza, nonchè attraverso la relazione strategica con un territorio davvero efficiente e in stretta connessione con un Ospedale finalmente adeguato sotto il profilo dell’organizzazione e della ricettività.

N.d.R. La nostra personale vicinanza e antica amicizia

Articoli correlati

Back to top button
Fedaiisf Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco