Archivio Storico

Pani (Aifa): “La devolution non funziona più né per la sanità, né per la farmaceutica”

Stanno arrivando 37 nuove molecole rivoluzionarie. Si tratta di molecole biotecnologiche, anticorpi monoclonali, basate su biomarker per reparti ospedalieri. Sono approvate da Fda, dall’Ema e dall’Aifa oltre che dalle altre Agenzie nazionali. E noi parliamo ancora di Prontuari regionali e titolo V".

02 APR – Il Direttore Generale dell’AIFA Luca Pani, in un’intervista rilasciata al periodico Omeca, ha evidenziato luci ed ombre del sistema sanitario e dell’impiego dei farmaci in Italia. Dalla disomogeneità regionale nell’accesso al farmaco alla necessità di un’Agenzia che garantisca l’omogeneità a livello nazionale dei costi dei dispositivi medici e della diagnostica. Dalla spesa farmaceutica alla scarsa aderenza alle terapie registrata nella popolazione anziana, e molto altro ancora.

"L’Italia è un Paese strano – ha detto Pani – da un lato ci sono le prescrizioni non adeguate, dall’altro, la scarsa aderenza alla terapia. Pensiamo agli anziani, ma anche ai malati psichiatrici. Pochissimi tra coloro che stanno male si curano e ciò determina il rischio di danni anche gravi per la salute. Appare quindi necessario un cambiamento culturale profondo in cui un ruolo fondamentale è svolto dai colleghi della Medicina generale e dai Farmacisti.
L’adesione alle terapie va, infatti, controllata meglio. Il paziente, se non trae beneficio dalle terapie, deve tornare dal medico e riferirgli che quella cura non funziona. La Medicina del territorio svolge un ruolo chiave ed è per questo che abbiamo attuato il posizionamento del medico di medicina generale al centro del nostro sistema di gestione e controllo. E’ solo con la loro piena collaborazione, unitamente a quella dei farmacisti, che si può vincere una partita difficile e complessa come quella dell’aderenza alle terapie".
Nel corso dell’intervista Pani ha affrontato anche il tema dell’adozione di corretti stili di vita che consentano di evitare o ridurre il ricorso al farmaco. “ Da un anno portiamo avanti un corposo lavoro di studio e comparazione sul tema. Le due classi di farmaci più consumate sono quelli cardiovascolari e quelli per il sistema gastroenterico. Entrambe fortemente impattate dagli stili di vita. Siamo il secondo Paese al mondo, dietro gli Stati Uniti, per obesità infantile. La dieta mediterranea si è incrociata con i fast food. La prevenzione, in cui i pediatri di libera scelta riveston

Articoli correlati

Back to top button
Fedaiisf Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco