Archivio Storico

Pensionata la manovra

Di sicuro c’è solo che il governo ha fatto una manovra. Quali misure preveda la suddetta resta invece ancora da capire. Quel che era certo ieri non lo è più oggi, e domani probabilmente sarà già dimenticato. Lunedì, alla conclusione del vertice di Arcore, avevamo appreso che per far quadrare i conti si era deciso di fare un taglietto alle pensioni, prendendosela con chi ha riscattato laurea e naja. Ma dopo le proteste di chi aveva pagato fior di bigliettoni per andare a riposo qualche anno prima, la norma è passata in cavalleria e ora non è noto come sarà tappato il buco apertosi con il ripensamento. A dar retta agli spifferi del ministero dell’Economia, starebbe riprendendo quota l’idea di innalzare di un punto l’Iva sui prodotti di massa, passando dal 20 al 21%, che in principio era spuntata come alternativa alla supertassa sui redditi oltre i 90mila euro. Non è detto però che sia davvero questa la soluzione: il governo ha a disposizione ancora parecchi giorni per tirar fuori un coniglio dal cappello delle imposte. È possibile dunque che di qui al giorno della presentazione delle proposte definitive ci sia qualche altra sorpresa o – per meglio dire – invenzione. […omissis]

Maurizio Belpietro – 1 settembre 2011 –

Articoli correlati

Back to top button