Primo Piano

Piemonte. Gli informatori inseriti nella prima fase di vaccinazioni anti covid-19

Il Coordinamento Regionale Fedaiisf: "In pochi mesi grazie al contributo di molti colleghi dell'associazione ci siamo fatti conoscere in Regione"

Il giorno 9 gennaio 2021, il commissario area giuridica unita crisi della regione Piemonte ha scritto:

Si comunica, a tutte le DG delle ASR  e AOU e AO, l’elenco qui di seguito esplicitato che estende la vaccinazione in questa prima fase oltre al personale già individuato, ad altre figure, pur sempre in ottemperanza alla normativa di riferimento e in coerenza con il Piano Vaccini Arcuri (del 17.11.2020)

Profilo:

MMG, PLS, Guardia Medica, Sumaisti, Medici, infermieri, veterinari, biologi, odontoiatri ,chimici, fisici, personale tecnico sanitario, farmacisti,  personale tecnico, psicologi, studenti universitari, personale con funzioni riabilitative (ad. es. fisioterapisti, da educatori professionali, logopedisti, etc), personale amministrativo e dirigenziale, personale di vigilanza ed ispezione, personale alberghiero, personale di trasporto e manutenzione, informatori farmaceutici, personale volontario, inquadrati a qualunque titolo (det/indeterminato, libero professionale, borsisti, contratto di ricerca, volontariato) che operano presso le seguenti strutture:

ASL, AO, AOU, IRCSS, Strutture sanitarie e sociosanitarie, enti di ricerca in ambito medico o sanitario pubbliche e private (accreditate, convenzionate, autorizzate), compresi ambulatori, laboratori analisi, farmacie territoriali, associazioni e strutture socio-assistenziali, ARPA.

Inoltre, si chiarisce che la squadra vaccinale destinata alla inoculazione deve essere composta come di seguito specificato:

1 Medico, da 1-4 infermieri, da 1-2 amministrativi, da 1-2 OSS.

Il numero degli amministrativi e degli OSS è proporzionale rispetto al numero di infermieri. (6  infermieri 3 amministrativi e 3 OSS etc.)

Il numero del personale medico è calcolato rispetto all’effettiva supervisione dell’attività vaccinale, al fine di poter garantire una tempestiva assistenza, tenuto anche conto del contesto logistico-strutturale in cui la suddetta attività viene svolta.

Si ricorda che il Consenso informato alla vaccinazione deve essere firmato da n. 2 medici quindi, qualora la squadra vaccinale debba somministrare il consenso informato, il numero dei medici deve essere necessariamente di due unità-

Si ribadisce che le vaccinazioni devono essere effettuate 7 giorni su 7 negli orari concordati.

Si deve altresì assicurare un numero telefonico di pronta reperibilità cui il vaccinato possa rivolgersi qualora le reazioni subentrino nelle ore successive al periodo di osservazione in situ.

Distinti saluti

Antonio Rinaudo

Coordinatore Generale/Commissario per piano vaccinale Covid-19

Area Giuridico – Amministrativa

Unità di Crisi per l’Emergenza Covid-19

Via Silvio Pellico, 19 10125 Torino

Tel. 011.6540439


Cari colleghi con piacere vi comunichiamo che abbiamo ottenuto in Regione Piemonte l’accesso prioritario come ISF alla vaccinazione in quanto riconosciuti tra le categorie maggiormente esposte visto il lavoro che facciamo.
È un traguardo importante perché ci fa finalmente emergere dalla trasparenza ed è un primo passo per ulteriori riconoscimenti e considerazioni.
In pochi mesi grazie al contributo di molti colleghi dell’associazione ci siamo fatti conoscere in Regione. Abbiamo ancora tanto da fare ma abbiamo bisogno più che mai di essere il più rappresentativi possibili perché da soli non si va da nessuna parte.
Coordinamento Regionale Fedaiisf

Nota: Ci giunge notizia che a Mondovì alcuni ISF sono già stati vaccinati, chiamati in sostituzione di chi, pur avendo un accesso prioritario, non si è presentato.

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button