Rasi, prontuari regionali non hanno più senso

Rasi, prontuari regionali non hanno più senso

 "I prontuari regionali dei farmaci oggi non hanno più senso". Lo sostiene il direttore generale dell’Agenzia nazionale del farmaco (Aifa), Guido Rasi a margine dell’incontro sui medicinali innovativi che si è tenuto nell’ambito della conferenza nazionale sulla ricerca sanitaria che si è tenuta a Cernobbio. A rendere i prontuari regionali "non più necessari", spiega Rasi, "il livello di efficienza raggiunto dall’Aifa e la capacità di condivisione con le Regioni, soprattutto per i farmaci ad alto costo, con il registro nazionale. Mi sembra che le Regioni siano molto ricettive verso questa impostazione, con le garanzie di cui hanno bisogno e che l’Aifa è in questo momento in grado di fornire", aggiunge Rasi confermando che, a breve, sarà pronto anche il decreto predisposto dal ministero della Salute sulla contemporaneità dell’immissione in commercio a livello nazionale e regionale.

Raffaella Ammirati – Pharmakronos 10 novembre 2010

Related posts