Sanità. Nel 2013 Ausl Parma in rosso di 2,6 milioni. Nonostante i tagli a farmaci e servizi

Sanità. Nel 2013 Ausl Parma in rosso di 2,6 milioni. Nonostante i tagli a farmaci e servizi

17:46 04 MAR 2013

(AGI) – Roma, 4 mar. – Le linee guida per l’adeguamento delle procedure informatiche della ricetta elettronica, dopo l’entrata in vigore dell’obbligo di indicazione del principio attivo nella ricetta del Servizio sanitario nazionale, sono "da rivedere". Lo sottolinea il segretario nazionale della Fimmg, Giacomo Milillo, a Fimmg Notizie. "Il regolamento – spiega Milillo – prevede infatti anche per la ripetizione di una prescrizione di una terapia cronica, se indicata dal medico la non sostituibilita’, un’annotazione non prevista dalla legge e questo rappresenta un’inutile complicazione burocratica. Il regolamento inoltre non prevede alcuna revisione delle codifiche necessarie a identificare con certezza le forme farmaceutiche prescritte con il solo principio attivo: questo renderebbe impossibile la dematerializzazione delle prescrizioni".
Le nuove funzionalita’ saranno rese disponibili dal sistema Tessera Sanitaria dal 15 marzo 2013, anche per l’applicazione "ricetta web". In attesa che vengano adeguati tutti i sistemi informatici, a partire da quella data un apposito messaggio segnalera’ l’eventuale incongruenza qualora gli invii dei dati da parte dei medici e farmacisti non siano rispondenti alle modalita’ indicate nelle Linee guida. Cio’ in ogni caso non precludera’ l’acquisizione delle ricette al sistema TS. Il ministero della Salute e il ministero dell’Economia e delle finanze procederanno a monitoraggi periodici, al fine di rilevare il graduale adeguamento dei sistemi informatici da parte dei prescrittori ed erogatori alle procedure contenute nelle Linee guida. (AGI) .

l’aggiornamento delle linee guida

Arriva in farmacia la ricetta elettronica. Addio alla ‘ricetta rossa’

Il 6 marzo parte la sperimentazione con la Asl cittadina e le farmacie, pubbliche e private. Entro luglio il servizio a regime con tutte le farmacie del distretto imolese per estendersi, entro l’anno, in tutta la regione.

Bologna 4 marzo 2013. Da mercoledì 6 marzo i cittadini del comprensorio imol

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!