News

USA. Illinois sospende la licenza medica al più grande prescrittore di farmaci antipsicotici

Era stato dimostrato  che Reinstein, 71 anni, aveva ricevuto “remunerazione illegale diretta ed indiretta” dal produttore di clozapina generica (Teva). Per anni, il Dr. Michael Reinstein ha prescritto la potente clozapina, ora affronta una causa civile federale relativa alla frode sanitaria. A marzo, Teva Pharmaceutical Industries Ltd., il produttore della clozapina generica, ha accettato di pagare più di 27,6 milioni dollari.

by Charles Ornstein ProPublica, Aug. 11, 2014

I medici dell’autorità di regolamentazione dell’Illinois  hanno sospeso a tempo indeterminato la licenza medica allo psichiatra Dott. Michael Reinstein, che ha prescritto più clozapina, farmaco antipsicotico più potente e più rischioso, rispetto a qualsiasi altro medico.
La decisione, firmata venerdì, sospende la licenza a Reinstein per un minimo di tre anni, momento in cui può chiedere di essere reintegrato.

La Commissione disciplinare medica di Stato ha raccomandato la sanzione in maggio  dopo che era stato determinato  che Reinstein, 71 anni, aveva ricevuto “remunerazione illegale diretta ed indiretta” dal produttore di clozapina generica,  non ha considerato  trattamenti alternativi per i suoi pazienti, e trascurato il loro benessere a causa di effetti collaterali del farmaco potenzialmente pericolosi. La mozione di Reinstein per il riesame, è stato negato Venerdì, rendendo questione pubblica.

Clozapina è approvata per il trattamento di pazienti che non rispondono ad altri farmaci. Ma può avere pericolosi effetti collaterali, tra cui convulsioni, infiammazione del muscolo cardiaco, e un calo di globuli bianchi. Il farmaco è considerato particolarmente pericoloso per i pazienti anziani.

Gli schemi di prescrizione di Reinstein sono stati esplorati in due relazioni ProPublica.

Nel 2009, ProPublica e il Chicago Tribune dettagliarono che la prescrizione in più, di clozapina da parte del medico per i pazienti del programma di Medicaid nel 2007 in Illinois, fu tanto quanto quella di tutti i medici dei programmi  Medicaid di Texas, Florida e North Carolina insieme. Autopsia e documentazioni giudiziarie hanno dimostrato che, entro il 2009, almeno tre pazienti sotto cura da Reinstein erano morti di intossicazione da clozapina.  A quel tempo, Reinstein difese il suo record di prescrizione, sostenendo che clozapina era efficace e sotto prescritta.

L’anno scorso, nell’ambito di un’indagine sul fallimento di Medicare per monitorare il problema dei prescrittori , ProPublica ha riferito che Reinstein aveva prescritto ancor più clozapina in un programma di Medicare per gli anziani ei disabili. Abbiamo scoperto che il programma ha continuato a permettergli di prescrivere anche dopo che il Dipartimento di Giustizia americano lo aveva accusato di frode e il programma Medicaid Illinois aveva sospeso i suoi pagamenti.

L’avvocato di Reinstein non ha restituito una telefonata o una e-mail di commento. Un messaggio in uscita dal cellulare di Reinstein riferiva, “A causa di una emergenza personale io non lavorerò a partire da oggi. Tornerò a lavorare il più presto possibile.”

————————————–

Nella loro risposta alle accuse della Commissione medica, gli avvocati di Reinstein hanno invocato il suo diritto contrario all’auto-incriminazione.

Lo Stato dell’Illinois ha la facoltà di revocare definitivamente la licenza ad un medico, ma in genere questo viene fatto solo per i reati sessuali o aggressioni su pazienti, ha riferito un portavoce via e-mail. Quando è sospesa la licenza ad un medico a tempo indeterminato, come è il caso di Reinstein, il medico deve aspettare un determinato tempo impostato per tornare alla pratica; l’approvazione dello Stato, poi, non è automatico.

La causa federale contro la frode del Dott. Reinstein è in attesa al Distretto della Corte di Chicago. In un comunicato stampa del novembre 2012, che annunciava il caso, il governo riferiva che Reinstein “aveva ricevuto tangenti illegali da aziende farmaceutiche e presentava almeno 140.000 false dichiarazioni al Medicare e Medicaid per  farmaci antipsicotici che ha prescritto per migliaia di malati di mente in case di cura della zona.”

I procuratori sostengono che le decisioni prescrittive  di Reinstein erano motivate ​​dal denaro e dai vantaggi dalle aziende farmaceutiche. Egli avrebbe scambiato un paziente con una marca di clozapina con un altro sulla base di denaro e altre lusinghe che ha ricevuto da una casa farmaceutica.

Nel mese di marzo, Teva Pharmaceutical Industries Ltd., il produttore della clozapina generica, ha accettato di pagare più di 27,6 milioni dollari per risolvere le accuse statali e federali che hanno indotto Reinstein a prescrivere il farmaco.

La prescrizione di clozapina da parte di Reinstein sembra essere diminuita dopo gli articoli su di lui nel 2009. Dal 2007 al 2009, aveva prescritto una media annuale di 20.000 ricette Medicare per la clozapina e una versione di marca, FazaClo. Tale cifra è scesa a circa 8.000 nel 2012, secondo i dati ottenuti da ProPublica.

Fonte: http://www.propublica.org/article/illinois-suspends-medical-license-of-leading-prescriber-of-antipsychotic-dr

 

Notizia correlata: USA. Cinque case farmaceutiche denunciate per le vendite di antidolorifici a base di oppiodi

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button
Fedaiisf Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco