Vannoni, Simoncini, Di Bella, Bonifacio: ovvero chi ci salverà dall'”Italian Job”?

Vannoni, Simoncini, Di Bella, Bonifacio: ovvero chi ci salverà dall'”Italian Job”?

Pubblicato: 25/04/2014 – Carlo Eugenio Vitelli, Medico chirurgo  L'Huffington Post

Per parafrasare il celebre film diretto da F. Gary Gray del 2003 che raccontava di un furto, da un palazzo di Venezia, di lingotti d’oro studiato talmente alla perfezione che i rapinatori riuscivano a eludere le forze dell’ordine. Diciamo che il professor Vannoni era quasi riuscito nel suo intento di fare della sua creatura la "Stamina Foundation" un "colpo all’Italiana".

E invece è ufficiale: il Procuratore di Torino Raffaele Guariniello ha depositato in data 22/4/2014 l’atto di chiusura delle indagini contro Davide Vannoni e altre 20 persone tra cui biologi, medici, una attrice (spacciatasi come infermiera) tutti collegati alle attività della Stamina Foundation. Devono rispondere tutti di reati molto gravi a carico di numerosi pazienti che si erano affidati alle loro "cure".

Questa associazione svolgeva la propria attività in centri (definiti dai NAS) inidonei a svolgere qualsivoglia pratica medica, senza la necessaria autorizzazione dell’AIFA, senza aver depositato alcun brevetto, con tutta una serie di articoli comparsi su prestigiose riviste scientifiche come "Gente" o comparsate alle "Iene" su Italia 1. Non sono invece mai state prodotte documentazioni scientifiche sia sulla preparazione delle cellule staminali utilizzate o sui risultati sperimentali riguardanti il trattamento ma solo dichiarazioni o filmati di pazienti (tanto che un capo d’imputazione è violazione della privacy). Il fatto più sconcertante è che con vari "sotterfugi" l’associazione era riuscita a "entrare" nel SSN (Spedali Civili di Brescia, IRCCS Burlo Garofolo di Trieste). Purtroppo solo recentemente la Ministra Lorenzin, dopo varie peripezie, ha nominato un comitato presieduto da Michele Baccarani, direttore del centro per lo studio delle cellule staminali e del Dipartimento di Ematologia e Scienze Oncologiche del Policlinico Sant’Orsola Malpighi di Bologna, per valutare l’efficacia del metodo. Ancora una volta la Magistratura ha battuto sul tempo la Politica!

Non volendo entr

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!