ANAC. Monitoraggio della prevenzione della corruzione in sanità

ANAC. Monitoraggio della prevenzione della corruzione in sanità

Nei PTPC 2017-2019 (Piani triennali per la prevenzione della corruzione e per la trasparenzarisulta un buon livello di adeguamento alle indicazioni contenute nella parte speciale “Sanità” dell’Aggiornamento 2015 al PNA (Piano Nazionale Anticorruzione), anche se con ampi margini di miglioramento.

Nei Piani sono infatti presenti le aree di rischio relative ad attività libero professionale e liste di attesa (75% nelle aziende ospedaliere e il 72% nelle aziende sanitarie), i rapporti contrattuali con privati accreditati (29% nelle aziende ospedaliere e il 64% delle aziende sanitarie), farmaceutica, dispositivi e altre tecnologie: ricerca, sperimentazioni e sponsorizzazioni (71% nelle aziende ospedaliere e 74% delle aziende sanitarie), attività conseguenti al decesso in ambito intraospedaliero (45% delle aziende ospedaliere e 54% delle aziende sanitarie).

Si riscontra, inoltre, un discreto livello di adeguamento anche relativamente alla presenza di misure specifiche per i processi nelle aree di rischio sopra richiamate.

I risultati migliori sono stati registrati nelle aziende ospedaliere e anche nei Comuni e ministeri in cui emerge un calo del numero di amministrazioni che ha interpretato la mappatura esclusivamente come un elenco di processi; al contrario, per le Regioni si registra un risultato meno positivo evidenziando un, seppur lieve, incremento dei casi in cui è presente esclusivamente l’elenco dei processi.

Fermo restando il termine del 31 gennaio 2018 per l’adozione del PTPC, dovranno aggiornare i PTPC entro il 31 agosto 2018 tenendo conto delle raccomandazioni contenute nel presente Aggiornamento. A decorrere da tale ultima data, l’ANAC eserciterà i propri poteri di vigilanza.

ANAC – Aggiornamento 2017  (estratto)

ANAC.Linee Guida Codice Comportamento SSN.

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!