News

AstraZeneca ha acquisito Alexion per 39 miliardi di dollari

L’obiettivo: rafforzarsi nel settore immunologico, già al centro del suo piano di sviluppo assieme ai trattamenti contro il cancro e quelli contro le malattie cardiovascolari, renali, respiratorie e metaboliche

AGI – 12 dicembre 2020

AGI – Il gruppo farmaceutico britannico AstraZeneca ha acquisito Alexion per 39 miliardi di dollari. In particolare, informa una nota, gli azionisti della compagnia biotecnologica statunitense riceveranno 60 dollari in contanti e 2,1243 azioni AstraZeneca per ogni titolo posseduto. La proposta, già approvata dai cda, valuta Alexion 175 dollari per azione, con un premio del 45% sul prezzo di chiusura di venerdì.

Gli azionisti di Alexion deterranno circa il 15% del nuovo gruppo combinato. L’amministratore delegato di AstraZeneca, Pascal Soriot, ha sottolineato che Alexion si è affermata come una compagnia leader nella “biologia complementare, portando benefici che hanno cambiato la vita ai pazienti con rare malattie. Questa acquisizione”, ha aggiunto, “ci permette di rafforzare la nostra presenza nell’immunologia”.

L’operazione, soggetta al via libera delle autorità regolatorie e degli azionisti delle due compagnie, dovrebbe chiudersi nel terzo trimestre dell’anno prossimo. AstraZeneca, che con l’università di Oxford ha sviluppato uno dei vaccini contro il Covid, era da tempo a caccia di una ‘preda’ per sfruttare la crescita registrata in Borsa.

L’obiettivo era rafforzarsi nel settore immunologico, già al centro del suo piano di sviluppo assieme ai trattamenti contro il cancro e quelli contro le malattie cardiovascolari, renali, respiratorie e metaboliche.

Notizie correlate: Financial Time. AstraZeneca to buy Alexion in $39bn immunology deal

Vaccino AstraZeneca, “in 24 ore dopo ok Ema”/ “Definite tempistiche con Arcuri”

Vaccino, pasticcio Sanofi: saltano 40 milioni di dosi per l’Italia

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button