News

Cina. Condannato a 12 anni l’ex presidente dell’azienda farmaceutica Kangmei per corruzione

Ma ha anche organizzato, pianificato e diretto il personale dell‘azienda a condurre frodi finanziarie, divulgare false informazioni commerciali agli azionisti e al pubblico

Ma Xingtian, ex presidente della Kangmei Pharmaceutical, è stato condannato a  12 anni di carcere e multato di 1,2 milioni di yuan (188.300 dollari) per manipolazione del mercato mobiliare, mancata divulgazione di informazioni importanti e corruzione. L’Alta Corte del Popolo del Guangdong ha respinto l’appello di Ma e ha emesso una sentenza definitiva sul suo caso.

La corte ha confermato il verdetto di novembre del tribunale, affermando che le prove erano sufficienti, la condanna accurata e la sentenza appropriata. Kangmei, una delle più grandi case farmaceutiche cinesi quotate in borsa con 8.900 impiegati, è stata accusata di frode nei rapporti finanziari che ha coinvolto 88,6 miliardi di yuan di dichiarazioni eccessive tra il 2016 e il 2018. Le autorità di regolamentazione hanno scoperto che la società ha utilizzato ricevute bancarie false per gonfiare le riserve di cassa, documenti falsi per attività commerciali inesistenti e ha trasferito fondi aziendali a parti correlate per negoziare azioni proprie.

A novembre, il tribunale di grado inferiore ha ritenuto la casa farmaceutica, i suoi dirigenti e i suoi revisori dei conti responsabili di frode finanziaria che ha causato perdite per 2,46 miliardi di yuan (385 milioni di dollari) a 52.037 investitori. La moglie di Ma, Xu Dongjin – che era l’ex vicepresidente e vicedirettore generale di Kangmei – e cinque direttori indipendenti che hanno firmato i rapporti finanziari di Kangmei durante il periodo della frode – erano tra gli imputati e sono stati ritenuti in parte responsabili del risarcimento. L‘accertamento della responsabilità parziale degli amministratori ha innescato un’ondata di dimissioni da parte di membri esterni del consiglio di una dozzina di società cinesi quotate in borsa.

Dal 2015 al 2018, Ma e altri dirigenti hanno raccolto illegalmente una grande quantità di denaro e hanno manipolato il prezzo delle azioni e il volume degli scambi di Kangmei utilizzando più conti di trading sotto il suo controllo per acquistare e vendere le azioni, ha riscontrato il tribunale. Ma ha anche organizzato, pianificato e diretto il personale dell‘azienda a condurre frodi finanziarie, divulgare false informazioni commerciali agli azionisti e al pubblico e non divulgare più di 11,6 miliardi di yuan di fondi non operativi che sono stati sottratti dagli azionisti di controllo e parti correlate.

Dal 2005 al 2012, Ma ha pagato tangenti per un totale di 1,1 milioni di dollari a un certo numero di funzionari governativi in cambio di vantaggi per l’azienda, ha affermato la Corte. Almeno cinque funzionari coinvolti nel caso di corruzione di Ma sono stati già rimossi dalle loro posizioni e puniti, tra cui l’ex segretario del Partito Comunista della città di Guangzhou e l’ex capo dell’ufficio per la protezione degli investitori presso la China Securities Regulatory Commission.

Le perdite di Kangmei nel 2020 hanno raggiunto i 27,7 miliardi di yuan, quasi cinque volte rispetto a una perdita di 4,7 miliardi di yuan dell’anno precedente. Ad aprile, un creditore di Kangmei ha intentato una causa per una ristrutturazione fallimentare della società, accusando Kangmei di non aver rimborsato 49 milioni di yuan. Il mese scorso, la Guangzhou Pharmaceutical Holdings, di proprietà statale, ha accettato di investire fino a 6,5 miliardi di yuan in un salvataggio di Kangmei guidato dal governo.

Nikkei Asia – 11 gennaio 2022

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button