Archivio Storico

Comitato Ue, Ema non è indipendente

Ombre sull’Agenzia europea dei medicinali (Ema) e sulla sua indipendenza. Il Comitato di controllo sui bilanci del Parlamento europeo ha infatti raccomandato il rinvio dell’approvazione del bilancio 2009 dell’ente. Il Motivo? I possibili conflitti d’interesse degli esperti chiamati dall’Agenzia a valutare l’approvazione dei farmaci nel vecchio continente.

I membri del comitato, guidato da Luigi De Magistris, caldeggiano dunque che il Parlamento rimandi la procedura di discarico, cioè l’approvazione del bilancio, per l’agenzia londinese, perché si ritiene che non ci sia garanzia adeguata sull’indipendenza degli esperti assunti per effettuare valutazioni scientifiche su medicinali per uso umano.

La questione dell’indipendenza – si legge in un comunicato ufficiale – è stata sollevata da un gruppo di deputati, secondo i quali alcuni esperti avrebbero conflitti di interesse, in particolare sul farmaco anoressizzante Benfluorex*. Il rapporto del comitato critica inoltre la gestione delle procedure di appalto da parte dell’Ema e la mancanza di criteri nell’assunzione del personale.

La raccomandazione di rinviare il via libera al bilancio è stata votata da 21 membri a favore e 3 contrari. Toccherà ora al Parlamento in sessione plenaria decidere se approvare o meno il bilancio dell’Agenzia.

Barbara Di Chiara – 15 aprile 2011 – Pharmakronos

 Benfluorex
In data 27.07.2010 l’ AIFA ha disposto il divieto di vendita e di utilizzo su tutto il territorio nazionale di prepazioni magistrali contenenti benfluorex. Il provvedimento è scaturito a seguito della nota del 18.12.2009 del Comitato dei Medicinali per Uso Umano (CHMP) concernente i rischi di valvulopatie associate all’uso di benfluorex e alla decisione della Commissione Europea dell’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) del 14.06.2010 che raccomanda la revoca nell’Unione Europea di tutti i medicinali contenenti benfluorex perché i rischi sono maggiori dei benefici. 

Articoli correlati

Back to top button