Primo Piano

Delibera 2309/2016 sugli ISF: la Regione cambia passo

La Giunta Regionale dell’Emilia Romagna, dopo aver deliberato le regole di accesso degli ISF negli ospedali, ha affisso un cartello che sembra contraddire se stessa.

Il cartello, bello grosso, è apparso sulla porta di ingresso dell’Unitá di Diabetologia dell’Ospedale Infermi di Rimini . La delibera recita che gli incontri con gli ISF dovranno essere effettuati in locali idonei (ad esempio sala riunioni, biblioteca, sala medici); il cartello indica invece il ricevimento negli studi medici come è sempre avvenuto.

Inoltre, mentre la delibera recita che gli incontri dovranno essere prediletti in forma collegiale, invece delle visite individuali, il cartello recita che i medici riceveranno in una fascia oraria, secondo disponibilità medica che significa che non tutti saranno disponibili allo stesso orario per una visita collegiale, così da legittimare le visite individuali come è sempre avvenuto. La delibera fa anche riferimento all’individuazione di apposite fasce orarie che non interferiscano con le ordinarie attività dei sanitari.

Gli orari indicati nel cartello (13:00-14:00) sono però nella solita fascia oraria di sempre. Dulcis in fondo, l’incosciente autoironia con cui la Regione firma il cartello facendo riferimento proprio alle regole della delibera che non vengono rispettati. La Regione ha quindi prima firmato una delibera poliziesca e poi ha scoperto l’articolo 1 della Costituzione grazie alla forte critica degli stessi medici, di FEDAIISF e di una parte del sindacato che hanno prodotto un vero boomerang con un primo caso di apparente marcia indietro della Regione

Da Le News di Fedaiisf n. 12

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button