News

Enna. Università di medicina e area sanitaria a gestione rumena

Sicilia. Attivati corsi di laurea di area sanitaria a gestione rumena. Sigm e associazioni studenti: “Miur intervenga subito per bloccarli”

La prima facoltà straniera di medicina verrebbe attivata grazie a una convenzione firmata a Palazzo d’Orleans in seguito a un’inizitiva promossa dallUniversità rumena privata “Dunarea de Jos” in collaborazione con la Fondazione Proserpina. Secondo gli studenti si tratta “di un chiaro espediente per aggirare le maglie dell’accesso programmato, senza alcuna ricaduta positiva per il territorio e per il sistema salute”. 

enna.ospedale.facolta.medicina31 AGO – L’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) aderisce all’appello rivolto al Miur ed al Ministero della Salute dal Coordinamento delle Associazioni e dei rappresentanti di medicina siciliani al fine di bloccare l’annunciata attivazione in Sicilia di corsi di laurea universitari di area sanitaria ad opera dell’Università rumena privata “Dunarea de Jos” in collaborazione con la Fondazione Proserpina. La prima facoltà straniera di medicina verrebbe infatti attivata grazie a una convenzione firmata a Palazzo d’Orleans tra l’assessorato Sanità e il rettore dell’ateneo statale della Romania Dunarea De Joso di Galati.

I locali sono stati messi a disposizione dall’ospedale di Enna. Altre aule ancora sono in costruzioni e 13 sono già state ultimate con i fondi dei rumeni, altre ancora verranno realizzate grazie alle tasse d’iscrizione. Le tasse saranno, orientativamente, tra i 9 e i 10 mila euro per la facoltà di medicina, tra i 4 e i 5 mila per le professioni sanitarie. In palio ci saranno 60 posti per medicina e 60 per professioni sanitarie, tra cui anche il corso in infermieristica.

( … continua)

31 agosto 2015 – quotidianosanità.it

Notizie correlate: A Enna la facoltà di medicina romena: insorgono gli universitari dell’Udu. Polemico anche il rettore di Catania. Ma l’ex senatore Crisafulli difende la sua creatura: “Gli studenti potranno fare attività sui cadaveri andando in Romania, dove è legale, mentre in Italia questo non avviene”.

Riconoscimento automatico per le lauree in medicina e in professioni sanitarie

Iscriversi a medicina senza esame di ammissione? Apre ad Enna filiale di università rumena – Insegneranno docenti rumeni, e si parlerà solo rumeno. Per accedere ai due corsi di laurea, ‘Medicina e Farmacia’ e ‘Professioni infermieristiche’, bisognerà frequentare 10 settimane di corso di lingua rumena.

Se in Sicilia spunta l’Università romena di G. Stella

NotaIl Miur nota una certa flessione negli aspiranti medici: in 60.639 hanno chiesto di partecipare ai test – la prova è fissata per l’8 settembre – mentre l’anno scorso erano stati 64.187. I posti disponibili sono: 9.513 per Medicina, 792 per Odontoiatria

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button