News

Farmaci da banco, un mercato che vale ma è spesso poco sfruttato

Il mercato degli Otc (over the counter, cioè farmaci da banco) cresce nel 2015, ma spesso manca a tutta la filiera (farmacisti, grossisti e aziende) la consapevolezza dell’importanza di un approccio marketing oriented su tutta la catena del valore. A sostenerlo è uno studio di Zeuner, call center di Seveso fondato nel 2010 nell’hinterland milanese, attivo in tutti i settori, ma con una specializzazione nel farmaceutico, con aziende come Manetti&Roberts, Nestlè, Galderma e Desa Pharma che affidano a Zeuner attività nei confronti delle circa 17mila farmacie italiane.

Nel 2015 la spesa privata in farmaci ha registrato un aumento del +2,3% a cui ha contributo principalmente l’incremento per farmaci da automedicazione (+4,2%).  In particolare la spesa per automedicazione è aumentata in tutte le regioni, maggiormente nelle provincie autonome di Bolzano (+8,1%) e Trento (+7,4%) e in Veneto (+7,4%) (fonte: Rapporto nazionale gennaio-settembre 2015 – Osservatorio nazionale sull’impiego dei medicinali).

“Secondo le nostre analisi – afferma Gianni Rauti, direttore commerciale Zeuner  – le farmacie  con l’Otc fanno più ricavi, mentre l’etico è più  essenziale per il posizionamento: le persone  vedono le farmacie come istituzione più autorevole rispetto alle parafarmacia. Abbiamo classificato le farmacie in rotazione alta (10% circa del totale), medio-alta (30%) e bassa (60%): in particolare nel secondo e terzo caso la catena informativa, quella classica costituita da informatore-grossista-farmacia può avere dei limiti. Il call center può essere un alternativa professionale sia in termini di informazione che di vendita vera e propria. Si pensi anche al costo per un informatore che deve raggiungere una farmacia sperduta, mentre un call center può contattarne comodamente diverse in un giorno”.

Oltre all’informazione e la vendita, essenziale è sapersi destreggiare nella complessità di questa specifico canale distributivo. “I banchi e gli scaffali delle farmacie – dichiara Marco Carloni, amministratore delegato Zeuner – sono  occupati da prodotti  Otc, ogni centimetro è prezioso. Il call center consente alla farmacie di effettuare acquisti più consapevoli e ragionati e va a ottimizzare  il carico ordini azienda-grossista-farmacia”.

DI REDAZIONE

Notizie correlate: Belluno. Farmaci senza ricetta inizia la vendita on line

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button
Fedaiisf Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco