Archivio Storico

Farmaindotto, per le imprese aria di ottimismo

Segnali stabili di ripresa anche nell’indotto del farmaceutico. Questa almeno è la fotografia scattata dall’Osservatorio Pharmintec, che ieri a Milano ha presentato il suo quarto Rapporto. Condotta su un campione di 113 imprese – per un totale di 11mila addetti e 3 miliardi di fatturato – l’indagine fornisce dati incoraggianti per il comparto, che produttori di componenti, servizi, macchinari e semilavorati. Qualche esempio? Il 44% delle aziende ha registrato una crescita del fatturato nel secondo semestre del 2010, il 33% circa parla di mercato stabile e solo un quinto riporta un calo nel conto economico. Orientamenti simili in materia di esportazioni: un terzo delle imprese segnala incrementi, poco più della metà punta la lancetta del barometro su "stabile" e il 17% circa registra arretramenti. Ma i segnali di maggiore ottimismo arrivano dalle aspettative dei produttori sul futuro più prossimo: il 52% delle aziende si attende un aumento di fatturato per il primo semestre 2011, mentre il 40% propende per una congiuntura stabile; stesso discorso a proposito di esportazioni: il 40% circa del campione prevede un aumento degli ordini dall’estero mentre il 50% ipotizza un andamento stabile. Quanto all’occupazione, circa tre quarti delle aziende prevede posti di lavoro invariati nel primo semestre di quest’anno e il 20% ipotizza nuove assunzioni.

DoctorNews – 1 giugno 2011

Indotto farmaci. Fatturato in aumento per il 52% delle imprese, stabile per il 40%
 
Sono le stime per il 2011 dell’Osservatorio Pharmintech, che ha presentato oggi a Milano i risultati dell’analisi sull’andamento di 113 aziende nel primo semestre dell’anno in corso. Prospettive di crescita delle esportazioni per il 40% delle aziende, solo il 6% teme un ribasso. Per l’occupazione, circa tre quarti delle aziende prevedono che si manterrà stabile mentre il 20% ritiene che aumenterà.
 
31 MAG – L’indotto farmaceutico italiano continua e accelera sulla via della ripresa, iniziata già lo scorso anno: sia i consuntivi del secondo semestre 2010 sia le prospettive per la prima metà del 2011 sono di segno positivo. La risalita del settore legato alla produzione farmaceutica è attestata dai nuovi dati dell’Osservatorio Pharmintech, progetto di ricerca a complemento dell’omonima fiera internazionale che si tiene ogni tre anni a Bologna (prossima edizione nell’aprile 2013) con il sostegno di Farmindustria e di altre importanti associazioni del comparto. L’indotto è un vasto insieme di produttori di semilavorati, macchinari, componenti e servizi per le aziende farmaceutiche e il rapporto ne analizza, attraverso un campione di 113 imprese con 11mila addetti e 3 miliardi di fatturato, produzione, occupazione, esportazioni, impatto sull’economia nazionale, aspettative ecc.

Riguardo al fatturato del secondo semestre 2010, per il 44% delle aziende c’è stata una crescita e per un terzo un andamento stabile, solo un quinto riferisce un calo. Quanto alle esportazioni, nello stesso periodo si segnala un aumento per circa un terzo delle aziende e per più della metà una costanza, solo per il 17% viene indicata una diminuzione del fatturato sul mercato estero. Sul fronte dell’occupazione, poi, nello stesso semestre si è mantenuta stabile nell&rsq

Articoli correlati

Back to top button