News

Giovani – Sanofi Italia inserisce 30 neolaureati nel settore medico, nel marketing e nel «market access» con contratto di apprendistato

Isabella Fantigrossi – 3 novembre 2014 – Il Sole24ORE JOB24

Laura BrunoUna trentina di neolaureati da inserire nei prossimi tre anni, di cui circa dieci operativi dal prossimo febbraio. È questo l’ultimo progetto di selezione avviato da Sanofi, la multinazionale farmaceutica leader nel settore della salute, e rivolto a giovani under 29. «L’idea è quella di far entrare in azienda i nostri manager del futuro – racconta Laura Bruno, direttore delle risorse umane di Sanofi Italia – A loro offriremo il contratto di apprendistato». 

Tre i settori prevalenti in cui i giovani saranno inseriti. «Il primo è quello medico: cerchiamo dunque profili molto difficili ma trovare, laureati in medicina che non ambiscano a lavorare in ospedale ma a fare carriera in azienda. Il secondo è quello del market access, quel ramo che si occupa del momento in cui una nuova molecola o un nuovo farmaco sta per essere lanciato sul mercato, una fase in cui si negoziano con gli enti competenti, come Ministero della salute e Aifa, le condizioni di utilizzo e il prezzo del farmaco. Abbiamo bisogno di laureati in materie scientifiche, come farmacia, biologia o chimica, ma anche in economia o statistica».

Il terzo settore è quello marketing: «Dunque laureati in economia o marketing che diventino junior product manager».

Le caratteristiche richieste? «I candidati devono conoscere perfettamente la lingua inglese – spiega Alessandra Rizzi, responsabile Talenti e sviluppo organizzativo di Sanofi Italia – Anche perché dopo i primi tre anni diamo la possibilità ai giovani entrati di fare esperienze nelle filiali estere del gruppo».

Un periodo di studio o lavoro già affrontato fuori dall’Italia è dunque ben valutato, così come una certa rapidità nell’aver concluso il percorso di studi «e un buon voto di laurea se durante l’università si è fatto solo quello – continua Laura Bruno – Non solo, cerchiamo giovani flessibili anche rispetto a percorsi di carriera che non si erano previsti; capaci di lavorare in gruppo, umili, con voglia di imparare e disposti a spostarsi per lavoro, anche all’estero, una qualità, quest’ultima, non scontata. Purtroppo oggi, in un momento ancora di crisi, continuiamo a incontrare giovani con una scarsa propensione alla mobilità».

Alessandra RizziVeloce il processo di selezione. Della prima scrematura dei candidati e del test di lingua inglese si occupa Adecco. Una volta prodotta una short list di tre o quattro candidati per ogni posizione aperta, Sanofi organizza un paio di colloqui in azienda. «Un consiglio che diamo ai ragazzi? Di essere più autentici possibile – dice Alessandra Rizzi – Molti si presentano ai colloqui con pronte risposte standard e preconfezionate. Quando chiediamo qual è il difetto principale di ciascuno, molti ci rispondono di essere troppo precisi, non rendendosi conto che per un’azienda precisione e accuratezza sono dei valori».

Chi è interessato, dunque, può presentare la propria candidatura alla sezione “Cercasi talenti” dalla pagina “Lavora con noi” del sito di Sanofi Italia. Per le assunzioni del 2015 c’è tempo fino al 30 novembre per presentare il proprio curriculum. Le candidature che arriveranno dopo saranno tenute in considerazione ma per ricerche future.

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button