News

GSK conferma l’esubero di 127 persone tra Siena e Rosia

Incontro dei lavoratori e dei sindacati con l’azienda. 127 posizioni “coinvolte tra le funzioni di Ricerca e Sviluppo a Siena e di Produzione e Qualità a Rosia”.  Gsk” ha acquisito il ramo vaccini da Novartis circa 9 mesi fa ed impiega nei due poli senesi attualmente oltre 2500 persone.

Data:

SIENA. Una nota stampa di GSK sulla nuova organizzazione secondo cui “è stato necessario identificare delle ridondanze” stimate in 127 posizioni “coinvolte tra le funzioni di Ricerca e Sviluppo a Siena e di Produzione e Qualità a Rosia”, ha messo in allarme dipendenti e sindacati. “Il Centro Ricerche e Sviluppo di Siena e il sito produttivo di Rosia sono stati riconfermati quali poli strategici nel network di Gsk”, sottolinea la nota dell’azienda farmaceutica che ha acquisito il ramo vaccini da Novartis circa 9 mesi fa ed impiega nei due poli senesi attualmente oltre 2500 persone. La riorganizzazione “che necessariamente richiede ruoli e competenze in linea con i bisogni di Gsk Vaccines a livello globale” è determinata dalla “necessità d’integrare le due strutture in un’unica realtà globale, secondo un modello di business sostenibile ed efficiente, evitando possibili duplicazioni dei ruoli”.

La nuova organizzazione richiederà anche la creazione di nuove posizioni lavorative con funzioni e competenze diverse rispetto a quelle attuali e “saranno quindi aperte 66 posizioni accessibili anche a quei dipendenti le cui posizioni non sono state confermate”.

Quest’oggi si è tenuto un primo incontro illustrativo tra i vertici dell’azienda, i lavoratori e le Rsu. “La notizia ha generato una forte preoccupazione nei lavoratori” ha sottolineato Marco Goracci della Filctem Cgil di Siena annunciando “probabili iniziative di protesta”. “Di esuberi si tratta al di là di come siano stati definiti” ha aggiunto Goracci esprimendo “timore” anche per il reparto “di Technical Research & Development che impiega circa 180 persone” e per il quale Gsk sarebbe in trattativa per la cessione ad un’altra azienda di ricerca.

Notizia correlata: Siena: a rischio altri 100 posti alla Gsk Novartis

Toscana, Regione pronta ad aprire tavolo su De Angeli

Farmabios, accordo vicino Cassa integrazione per 70

Esuberi GSK, le opposizioni chiedono un consiglio comunale

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button