I dubbi degli ex Informatori Scientifici della Biomedica Foscama

I dubbi degli ex Informatori Scientifici della Biomedica Foscama

Riceviamo e volentieri pubblichiamo


“Le formulazioni di Biotad capsule e di Noctaval mancano all’appello rispetto a quanto inventariato dal curatore fallimentare e dal magistrato: perché e come sia stato possibile che tali farmaci non siano più nel magazzino?”

A porre le domande sono gli informatori scientifici del farmaco – assistiti legalmente dall’Avvocato Maria Rosaria Pace – della Biomedica Foscama, la ditta farmaceutica che, dopo il fallimento riconosciuto dal tribunale di Frosinone, è stata posta in vendita competitiva in via telematica (giorno 4.4.2019).

Ad oggi, oltre restare irrisolta la situazione dei dipendenti e degli agenti di commercio della Biomedica che non hanno ricevuto diverse indennità  prima della chiusura dichiarata nel settembre 2018, non tutti i farmaci contenuti nel magazzino della ditta e registrati dal curatore fallimentare risultano essere ancora presenti fisicamente, inficiando in modo significativo la vendita della ditta stessa.

Gli informatori chiedono che siano, dunque, fugati i loro dubbi in merito alla vendita da parte di Biomedica Business Division SRL, dei prodotti “Noctaval e Biotad capsule“.

(Comunicato ex ISF Biomedica Foscama)

Notizie correlate: Biomedica Foscama. Vendita all’asta in aprile

Related posts