Primo Piano

J&J taglia 3.000 posti in divisione Medical devices

Johnson & Johnson ha annunciato il taglio di circa 3.000 posti di lavoro nella divisione Medical devices. Una decisione che punta a tagliare di circa 1 miliardo di dollari i costi annuali nel business che produce attrezzature per la sterilizzazione e sistemi per il monitoraggio del glucosio.

Lo riferisce il ‘Wall Street Journal’, precisando che le posizioni eliminate rappresentano il 2,5% della forza lavoro globale di J&J e fino al 6% del segmento Medical devices. La compagnia ha spiegato che la ristrutturazione riflette il “cambiamento dei bisogni del mercato globale dei medical devices”.

L’azienda ha anche spiegato che i business Consumer medical devices, Vision care e Diabetes care non saranno toccati dai tagli. J&J punta a eliminare da 800 milioni a 1 miliardo di costi annuali pre-tasse, con la maggior parte del risparmio realizzato entro la fine del 2018. La ristrutturazione dovrebbe assicurare all’azienda una maggior flessibilità, in vista di una nuova crescita.

Margherita Lopes – 20 gennaio 2016 – PharmaKronos

Notizie correlate: Johnson & Johnson plans to cut up to 6% of workforce in medical devices division

Device “assorbiti” dal corpo per monitorare le funzioni vitali

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button