News

Lombardia. La vaccinazione degli Informatori inserita nella fase 1 bis

Conferenza stampa della Moratti. Vaccini Covid, la fase 1 bis prevista dal 5 al 25, 26 marzo

Lombardia: vaccini Covid, la fase 1 termina 5 marzo

Milano Today – 27 gennaio 2021

Gli operatori sanitari e socio-sanitari delle strutture di ricovero e gli ospiti delle Rsa, ovvero la popolazione da vaccinare contro il Covid nella cosiddetta fase 1 della campagna di vaccinazioni, sono 340 mila in Lombardia; 320 mila di loro hanno aderito.

Lo ha fatto sapere Letizia Moratti, assessore regionale al Welfare, spiegando che fino al 26 gennaio sono stati vaccinati in 246.271 su 305.820 dosi consegnate, pari al 78,5%.

Con questi numeri, il termine della fase 1 è previsto per il 5 marzo 2021, dopodiché si potrà partire con quella che è stata definita fase 1 bis, riguardante le residenzialità psichiatrica, l’assistenza domiciliare e i loro operatori, i centri diurni, i farmacisti, le professioni odontoiatriche, la sanità militare e il personale da utilizzare nelle fase successive, come la polizia di stato, gli ambulatori accreditati, i medici liberi professionisti, gli informatori scientifici del farmaco e altri operatori.

“La fase 1 bis dovrebbe chiudersi attorno al 25-26 marzo”, ha detto la Moratti: “Da quel momento potrebbe partire la fase 2 che riguarda gli ultra ottantenni (circa 700 mila persone), le persone dai 60 ai 79 anni (2 milioni) e i cronici fragili indipendentemente dall’età”. La Moratti ha infine rassicurato sul fatto che le seconde dosi di vaccino, “alle consegne attuali”, sono certe per tutti secondo questa tabella di marcia.

 

Piano vaccinale Lombardia

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button