News

Milano, medici ai convegni sponsorizzati: l’Arac prepara la stretta

Giro di vite dell’Anticorruzione regionale. L’obiettivo è ridurre i potenziali rischi di favoritismi e conflitti di interesse che possono innescarsi a danno dei malati

L’Anticorruzione regionale è pronta a dare un giro di vite alla partecipazione dei medici ai convegni sponsorizzati dalle case farmaceutiche, possibile terreno fertile per la corruzione come mostrano numerose inchieste giudiziarie.

L’obiettivo è ridurre i potenziali rischi di favoritismi e conflitti di interesse che possono innescarsi a danno dei malati quando le multinazionali sostengono a loro spese viaggi e soggiorni dei dottori in occasione degli eventi di aggiornamento professionale.

Il pericolo è che i rimborsi siano un modo per ingraziarsi il medico che per sdebitarsi va a privilegiare la prescrizione di un determinato farmaco dell’impresa farmaceutica stessa piuttosto di un altro simile. Lo stesso può avvenire per le apparecchiature diagnostiche.

La questione è scivolosa. Così nelle scorse settimane un importante ospedale lombardo si è rivolto all’Anticorruzione proprio per ottenere un parere in materia di conflitto di interesse sulla partecipazione dei propri professionisti sanitari ai convegni sponsorizzati.

L’Autorità regionale anticorruzione (Arac), guidata da Adriana Garramone (magistrato in pensione, presidente del Tribunale di Brescia dall’aprile 2012 al dicembre 2015), ha dato una risposta tecnica: «Sussiste un potenziale conflitto di interessi anche se l’incarico viene conferito da una ditta privata non fornitrice dell’ospedale stesso». …

(Continua su Corriere della Sera del 19/12/2017)

Notizie correlate: ARAC. Parere in materia di Conflitto di interessi in ambito sanitario

ARAC. Parere in materia di Conflitto di interessi in ambito sanitario (integrazione)

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button